Mercoledì, 15 Agosto, 2018

TT Tourist Trophy 2017: il bilancio sale a tre vittime

TT Tourist Trophy 2017: il bilancio sale a tre vittime TT Tourist Trophy 2017: il bilancio sale a tre vittime
Iona Trifiletti | 16 Giugno, 2017, 19:37

E' noto che la Tourist Trophy dell'isola di Man è tra le corse più pericolose nel circuito motociclistico: il tracciato è molto lungo e affrontato a velocità altissime (con punte superiori ai 300 km/h) e viene disputato in qualsiasi condizione atmosferiche e situato in mezzo al centro cittadino su strade di solito aperte al traffico e quindi molto pericolose se fatte a queste velocità. Dopo la tragica scomparsa di Davey Lambert e quella altrettanto angosciante di Jochem van den Hoek, il terzo rider a lasciarci è Alan Bonner dopo un terribile incidente avvenuto durante la sessione di qualifiche del Senior TT. Dopo i primi soccorsi, è stato trasportato all'ospedale di Nobles e in seguito trasferito all'Aintree Hospital di Liverpool, ma per lui non c'è stato niente da fare.

Van den Hoek, olandese, aveva 28 anni e stava correndo la gara della Superstock, il primo dei quattro giri, quando nel tratto "11th Milestone" ha uscito di strada ed è morto sul colpo. La gara successiva è stata rinviata alla giornata di giovedì, mentre fortunatamente un altro incidente (un sidecar piombato sulla folla di spettatori) si è risolto senza gravi conseguenze. Il significato, forse, sta in un passo del post sulla sua pagina Facebook, che la famiglia ha voluto scrivere per dire addio a Lambert: "Se n'è da questo mondo esattamente come avrebbe voluto, facendo ciò che amava". Era un grande uomo con un cuore persino più grande e mancherà a molti.

Non sono disponibili al momento video dell'incidente di Lambert.

Altre Notizie