Venerdì, 17 Novembre, 2017

Omicidio a Barrafranca, commerciante d'auto ucciso a colpi d'arma da fuoco

Mafia omicidio nell’Ennese. La vittima gia’ scampata ai sicari 22 anni Sicilia omicidio nell'Ennese: 48enne freddato a colpi di fucile mentre lava l'auto davanti casa
Calogero Calderone | 17 Luglio, 2017, 19:13

A dare l'allarme la moglie e la figlia della vittima che hanno sentito gli spari.

L'uomo, noto in paese per essere un importante venditore di auto usate, abitava con la famiglia sulla strada provinciale che collega Enna a Barrafranca; è stato colpito mentre stava lavando l'auto nel suo appezzamento di terreno, di fronte l'abitazione. Stando a una prima ricostruzione dei fatti fornita dalle forze dell'ordine, l'uomo è stato raggiunto da una o più rose di pallettoni sparati da almeno un fucile a canne mozze e da parte di un commando formato da almeno tre persone, che sono poi fuggite a bordo di una macchina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il sostituto procuratore della Dda di Caltanissetta, Santi Roberto Condorelli. Dieci anni fa Marchì era stato assolto, sia in primo che in secondo grado, sentenza non impugnata dalla procura, dall'accusa di avere assassinato nel 2001 un imprenditore del settore movimento terra di Barrafranca. Secondo quanto riportato da BlogSicilia.it, Marchì sarebbe prima stato colpito e dopo essersi accasciato i sicari lo avrebbero finito con un colpo di arma da fuoco in pieno volto, sfigurandolo. Si trovava con la moglie in auto, nei pressi di Barrafranca, quando la vettura fu raggiunta da una serie di colpi di arma da fuoco.

E' un omicidio di stampo mafioso, quello avvenuto questa mattina a Barrafranca (Enna), anche per le modalita' tipiche dell'esecuzione mafiosa. All'epoca, l'uomo fu trovato morto nella sua auto sulla strada provinciale Enna-Barrafranca.

Per il periodo che aveva dovuto scontare in carcere aveva richiesto un risarcimento al ministero della Giustizia di oltre 500mila euro.

Altre Notizie