Giovedi, 04 Giugno, 2020

Sincro, Minisini oro azzurro ai Mondiali con la Flamini

Manila Flamini e Giorgio Minisini Manila Flamini e Giorgio Minisini
Evandro Fare | 17 Luglio, 2017, 16:57

Con "un urlo da Lampedusa" i due azzurri Manila Flamini e Giorgio Minisini vincono la finale del duo tecnico di nuoto sincronizzato dei Campionati del Mondo di Budapest. La Russia di Kalancha e Maltsev si è infatti fermata a 90.2639.

L'esercizio di Flamini e Minisini ha proposto in acqua un tema di grande attualità come "A scream from Lampedusa", curato da Michele Braga con la coreografia di Anastasija Ermakova. Patrizia Giallombardo ha dato un nuovo corso al nuoto sincronizzato. La medaglia di bronzo va agli USA (87,6682) con il duo formato da Kitao Kanako e da quel Bill May considerato il leader del movimento. Giorgio Minisini e Manila Flamini conquistano il titolo iridato a distanza di due anni dal bronzo ottenuto a Belgrado. Dello statunitense ha la stessa testardaggine con la quale ha sfidato i pregiudizi, se n'è fregato delle battutine e delle prese in giro di chi non concepiva la componente maschile in uno sport da sempre ad uso e consumo femminile. Qui a Budapest i ruoli sono esattamente invertiti, l'allievo ha superato il maestro. Il sogno che diventa desiderio da realizzare è quello del nuoto sincronizzato azzurro, che in 17 lunghissimi Mondiali aveva macinato quinti e sesti posti, oltre ai bronzi di Beatrice Adelizzi (Roma 2009) ed al bis da 3° posto di Giorgio Minisini nell'esordio del duo misto a Kazan 2015: mai un argento, mai un oro, risultato ritenuto irraggiungibile per anni.

Altre Notizie