Martedì, 12 Dicembre, 2017

Smarthone alla guida, niente linea dura No a sospensione della patente

Smartphone alla guida Sospensione della patente: cambiano le regole
Evandro Fare | 18 Luglio, 2017, 21:05

Chi utilizza il telefonino mentre sta guidando potrà quindi vedersi sospendere la patente soltanto se trovato impegnato a svolgere simultaneamente le 2 attività nell'arco di 2 anni.

Secondo i dati Codacons tre incidenti stradali su quattro sono dovuti alla distrazione del conducente alla guida, la metà dei quali sono imputabili all'uso del cellulare.

"Il dilagante utilizzo del cellulare alla guida - prosegue Giordano Biserni, presidente Asaps - sia in fonia che in messaggistica e navigazione sul web, che produce una ciclopica forza distrattiva, va ostacolato seriamente e non si capisce il senso di questo provvedimento azzoppato e a questo punto inutile". Previsto solo il raddoppio della sospensione, da 2 a 6 mesi, e dei punti prelevati, da 5 a 10.

"Francamente - spiegano dall'Asaps - consideriamo la modifica assolutamente insufficiente, anzi inutile".

"E' sparita l'invocata sospensione della patente di guida alla prima violazione di guida con il cellulare. Un provvedimento che sarà, come spesso accade, solo di facciata e improduttivo". "173 nel biennio. Nessuno o quasi". E benché anche l'associazione dei funzionari della polizia stradale manifesti scontento, lamentando che sarà difficile arrivare alla sospensione della patente se non si consente di applicarla già alla prima infrazione, gli automobilisti hanno poco di che stare tranquilli. "Invece va prevista da subito, perché sulla strada si continua drammaticamente a morire".

Altre Notizie