Giovedi, 04 Giugno, 2020

Violento nubifragio a Scilla, strade invase da fango e acqua

Violento nubifragio a Scilla, strade invase da fango e acqua Violento nubifragio a Scilla, strade invase da fango e acqua
Evandro Fare | 17 Luglio, 2017, 16:27

Alcune strade sono state invase da acqua e fango e alcune vetture parcheggiate sono state trascinate dall'acqua.

Un forte temporale si è abbattuto anche su Reggio Calabria e piove su gran parte della provincia.

Il video messo a disposizione dallo stimato Giovanni Micalizzi, sempre in prima linea con i suoi approfondimenti meteo, illustra gli allagamenti che si sono avuti a Scilla, in provincia di Reggio Calabria. Molti ettari di pomodori, frutteti e vigneti sono stati completamente distrutti dalle trombe d'aria accompagnate da pioggia violenta e grandine in Basilicata dove è stato chiesto lo stato di calamità dopo che in Brianza la caduta di grandine ha devastato il 60% del mais, crivellato zucche con chicchi come biglie di grandine e danneggiato campi di pomodoro, peperoni e melanzane. Le deviazioni alla viabilità sono segnalate in loco ed il personale sta gestendo la viabilità cercando, contemporaneamente, di liberare la carreggiata e ripristinare la viabilità regolare nel minor tempo possibile.

Era uscito da solo per una battuta di pesca ma la barca si sarebbe ribaltata: così un uomo di circa 60 anni, di cui non è stata resa nota ancora l'identità, è caduto in mare.

A Caulonia superiore un fulmine ha colpito il lucernario della chiesa matrice causando lesioni nella sezione verticale. Lo stesso fulmine ha anche innescato un incendio che ha interessato il sottotetto della chiesa.

Anche la Protezione civile ha inviato il proprio delegato provinciale per coordinare le operazioni di soccorso. I vigili del fuoco sono al lavoro per sottopassi e strade allagate dopo una forte pioggia.

Le previsioni meteo indicano per la giornata di domenica una instabilità all'estremo Sud con rovesci o temporali che insisteranno maggiormente tra il centro-sud della Calabria e la Sicilia centro-orientale e, isolatamente, anche sulla Puglia meridionale. Da metà settimana poi tornerà a rafforzarsi l'Anticiclone africano e dovremo nuovamente fare i conti con un'intensificazione del caldo e dell'afa.

Altre Notizie