Venerdì, 17 Novembre, 2017

Wimbledon, in quota c'è solo Federer

INTERVISTE TENNIS

Federer 'Rilassato riposato e in salute. Ma sarà durissima'
11 Jul 2017- Letture 8
by Luigi Gatto INTERVISTE TENNIS Federer 'Rilassato riposato e in salute. Ma sarà durissima' 11 Jul 2017- Letture 8 by Luigi Gatto
Calogero Calderone | 17 Luglio, 2017, 18:32

Lui lo ha ascoltato, e dal suo rovescio abbiamo visto le giocate più fantastiche.

Sulle colonne del New York Times viene pubblicato un lungo saggio firmato da David Foster Wallace intitolato "Roger Federer as religious experience" (uscito anche in Italia, pubblicato da Einaudi: imperdibile).

Fuori anche il serbo Djokovic contro il ceco Berdych. Invece il Re ha prontamente smentito tutti e non soltanto è tornato alla ribalta, ma quante prodezze ha compiuto! Lo svizzero invece non ha deluso le attese. Vincere senza aver perso un set a Wimbledon è una cosa magica. So che il mio livello può crescere ancora, e su questo mi concentrerò.

Il Re del tennis è stato paragonato ai più grandi sportivi della storia, da Pelè a Schumacher, passando per Maradona, Bolt, Michael Jordan, Muhammad Ali, Phelps, Valentino Rossi e Senna. Meglio lasciarle al campo. Ha demolito Federer, un 6-3 6-4 6-4 senza appello, un dominio sorprendente andando poi a vincere lo Slame anche lo scorso anno ai quarti di finale di Wimbledon, RogerOne ha dovuto faticare per avere ragione del croato. Il primo trionfo nei prati londinesi è datato addirittura 2003, in finale Roger batté Philippoussis (che si è ritirato da anni). Bisogna accontentarsi. Lo spettacolo purtroppo è mancato. Il pubblico sarà tutto dalla parte di Federer, probabilmente si giocherà con il campo coperto dal tetto, così coma avvenuto per la finale femminile tra Venus Williams e Garbine Muguruza. Abbiamo provato a bloccarlo con degli anestetici: sono serviti, ma avevo comunque un dolore eccessivo. Il croato poi inizia un lento declino. E' infinito questo campione che, nonostante l'anagrafe presenti il conto, continua a deliziare la platea con colpi per altri neanche pensabili. Lo svizzero si è complimentato col suo avversario, che gli è rimasto in piedi fino alla fine: "Gli faccio i miei complimenti". Il gran colpo non lo aiuta a ottenere un altro break. Un gioco talmente bello da condurlo sino alla finale ma non sufficiente a regalargli l'ultimo step.

Roger non ha mai smesso di regalarci emozioni, si è solo fermato per qualche mese ma per tornare ancora più forte di prima.

Roger Federer non vinceva uno Slam senza concedere nemmeno un set dal 2007 (Australian Open, suo primo e unico prima di domenica 16 luglio) ed è il primo giocatore a farcela a Church Road da quando Bjorn Bjorg ci riuscì nel 1976. In meno di due minuti il game viene chiuso dallo svizzero. La prima palla break del confronto è stata conquistata dal croato nel quarto game, annullata da Federer. Cilic si siede e scoppia in lacrime.

Altre Notizie