Lunedi, 16 Ottobre, 2017

Attentato Barcellona: Carmen Leopardo, italo-argentina, tra le vittime della Rambla

Attentato Barcellona: Carmen Leopardo, italo-argentina, tra le vittime della Rambla Attentato Barcellona: Carmen Leopardo, italo-argentina, tra le vittime della Rambla
Bortolo Musarra | 21 Agosto, 2017, 19:51

Ma quando quest'ultimo è stato riconosciuto tra i morti dell'azione di Cambrils, la polizia catalana ha ripreso da zero le ricerche, cercando di legare i fili che potessero portare anche all'ultimo (presunto) membro della cellula che ha seminato morte e terrore a Barcellona.

Sale a 14 il numero delle vittime dell'attentato sulle ramblas a Barcellona. È una storia di ordinaria immigrazione quella di Carmen Lopardo, donna di 80 anni originaria di un piccolo paese della provincia di Potenza che aveva scelto il Sud America per realizzare i suoi sogni. Si chiama Luca Russo la seconda vittima italiana dell'attentato di Barcellona. La vittima più giovane aveva solo 3 anni e, stando al portale 'El Confidencial' si chiamava Javi Martnez.

Subito dopo che il furgone si è schiantato sulla folla che passeggiava sulla Rambla, il guidatore sarebbe sceso dal mezzo disperdendosi tra la gente. Oltre a Bruno Gulotta, le cui generalità sono già note, le autorità spagnole comunicano che un altro italiano ha perso la vita.

A bordo ci sarebbe un marocchino di 22 anni e che sino a qualche ora fa era stato localizzato in Catalogna. Luca invece è rimasto investito e nulla ha potuto l'ambulanza arrivata negli attimi dopo l'attentato: i due fidanzati prestavano servizio di volontariato presso la Croce Verde di Bassano e l'intera comunità è sotto choc per quanto avvenuto nella vicina Spagna.

Tra le quattro persone arrestate ci sono due marocchini e uno spagnolo proveniente dall'enclave di Melilla, in territorio marocchino. L'esplosione probabilmente per una manipolazione sbagliata degli ordigni mercoledi notte del covo di Alcanar ha costretto i terroristi islamici a improvvisare 'attentati più rudimentali' sulla Rambla e sul Lungomare di Cambrils. Purtroppo non ci sono buone notizie per questa famiglia: tantissimi i messaggi di affetto per Luca che era conosciuto da tutti, era anche un volontario della Croce Verde. Moussa e' il fratello di Driss Oukabir, arrestato ieri a Ripoll, localita' a un centinaio di chilometri da Barcellona (LA SCHEDA).

La conferma del Capo dell'Unità di Crisi della Farnesina, non lascia scampo; "Confermo le due vittime italiane".

Altre Notizie