Sabato, 18 Novembre, 2017

Gentiloni nelle zone terremotate: proteste e polemiche

Dall'Irpef ai rimborsi. Il sistema di incentivi per non ripetere gli errori del passato Il Sindaco di Amatrice Pirozzi: «Combattiamo contro l'insensibilità»
Moreno Priola | 17 Agosto, 2017, 12:53

Il credito d'imposta è lo strumento attraverso cui le imprese, nei limiti del 'de minimis', perché l'Europa consente solo questo, non pagheranno i tributi e i contributi.

"Ecco, non erano questi gli accordi: è diverso da dire il 100%", rimarca Pirozzi che torna a ribadire di aver avuto precise rassicurazioni in proposito. Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi accusa il governo: "ci era stata data la parola che per due anni non si sarebbero pagate tasse e contributi, con l'esenzione e non con la sospensione". Replica così, in un'intervista al 'Corriere' il commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani alle critiche ricevute dai sindaci dei paesi colpiti dal sisma. Ma l'impiatno normativo c'è, è solido. Proprio per evitare sorprese, il 26 giugno ho richiesto al premier Gentiloni e al capo della sua segreteria politica Antonio Funiciello che venisse emanata la circolare esplicativa delle zone franche urbane. "Avendo la coperta corta hanno scelto di darla anche a chi ha il raffreddore, mentre io ho suggerito a Gentiloni e al governo di limitare gli interventi ai 55 comuni con la zona rossa perché il decreto di accesso è un indicatore della effettiva devastazione". La situazione resta assai complessa sul territorio: lo Stato s'è rivelato incapace di rimuovere le macerie, nonostante lo sforzo del Genio civile nelle ultime ore per ridurre al minimo le polemiche. C'è sempre da spingere - ha concluso - per fare più velocemente e meglio. Gentiloni atterrera' sull'elisuperficie di Arquata alle 17, poi, secondo il programma reso noto dal sindaco Aleandro Petrucci, visitera' il secondo 'villaggio' di Sae nella frazione di Piedilama, dove sono state consegnate 16 casette.

Il presidente del consiglio italiano, Paolo Gentiloni, è atteso nelle zone terremotate, ed esattamente ad Arquata del Tronto: il premier si recherà nelle zona del sisma per esprimere vicinanza alla popolazione a quasi un anno dal movimento tellurico che sconvolse la zona, ma si potrebbe trasformare presto in un incontro/scontro con gli amministratori e le popolazioni locali. Chi ha perso tutto, sì. "Se si può fare di più, noi siamo disposti a parlare con il sindaco Pirozzi". Per riportare il tema sul binario delle promesse tradite cita un parere del presidente dei tributaristi Riccardo Alemanno. "Per la prima volta per questo terremoto - racconta Errani - e' stato fatto un provvedimento che prevede anche lo sgombero delle aree private dai detriti dei crolli grazie alle strutture pubbliche, previo consenso del proprietario che pero' puo' anche decidere di provvedere nell'ambito del progetto di ricostruzione". "Pirozzi - ha detto Gentiloni- è persona seria, per bene: va ascoltata, come abbiamo sempre fatto".

Altre Notizie