Venerdì, 22 Settembre, 2017

Terremoto a Ischia: Ue, pronti ad aiutare

Terremoto a Ischia, anche bambini sotto le macerie La grande fuga da Ischia: dopo la grande paura, si va via dall'isola
Quartilla Lauricella | 24 Agosto, 2017, 12:18

È di due vittime accertate e di 36 feriti - nessuno in codice rosso - la scossa di terremoto è stata di magnitudo 3.6 (poi ricalcolata di magnitudo 4), ed ha colpito Ischia e la costa flegrea. In queste ore riaffiorano i ricordi dei più anziani: "la scossa è stata peggio del terremoto del 1980". Non erano neanche le nove di sera e la maggior parte degli abitanti di Ischia e dei turisti erano pronti per passare una semplice e spensierata serata sull'isola. Fatto sta che, di certo, come afferma ancora il repoter campano, quando fra un po' di tempo l'attenzione sui fatti di Ischia sarà scesa come ahimè accade fisiologicamente, potremmo utilizzare ancora questo scatto per ricordarci di una cosa: "è possibile salvarsi da un terremoto".

"Siamo vicini alla comunità ischitana colpita duramente da questa calamità - ha dichiarato il sindaco Napoli - Ischia è un'isola splendida, orgoglio e vanto della nostra regione". I due sono stati raggiunti dai soccorritori, che hanno potuto anche porgergli dell'acqua, ma ancora non sono stati estratti. E' di 2 morti e di 39 feriti il bilancio stimato fino ad ora.

Anche nel comune di Forio si sono registrati dei crolli, ma per fortuna nessun ferito, mentre per il crollo di una scala una famiglia è rimasta bloccata per ore. La stanchezza di chi ha trascorso notti insonni - sono già due - e la soddisfazione di chi ha salvato vite umane, eroi silenziosi in un dramma che si è consumato nel ventre di un'isola che ha convissuto, nei secoli, con la sua turbolenza geologica.

Si tratta di personale specializzato che negli ultimi anni ha prestato soccorso ai terremotati di Assisi, de L'Aquila, di Amatrice.

Altre Notizie