Lunedi, 20 Novembre, 2017

A Livorno si scava tra fango e rabbia

Livorno si cercano i dispersi Nubifragio a Livorno, ricerche dei dispersi: trovata una donna. Ecco chi sono le vittime
Evandro Fare | 13 Settembre, 2017, 03:56

Da parte sua il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha dichiarato: "È inaccettabile che per un temporale intenso ma ormai usuale a causa dei cambiamenti climatici possano morire così tante persone".

LIVORNO È stato trovato il corpo di uno dei due dispersi dopo il nubifragio di Livorno.

Il marito della donna, Filippo Meschini, era stato trovato e salvato nel torrente Ardenza, aggrappato a dei tronchi, a due chilometri dalla loro abitazione che si trova nel rione Collinaia. Una delle vittime del terribile nubifragio che ha colpito la città, Roberto Vestuti, era originario di Carrara. Che è poi tornato a parlare della polemica sul fatto che il livello di allerta a Livorno fosse arancione e non rosso: "Un codice arancione è un codice di allerta che prevede gli eventi che si sono verificati a Livorno, La differenza principale con il codice rosso riguarda il reticolo idraulico delle possibili esondazioni".

LA FAMIGLIA ANNEGATA. Quattro corpi, quelli di un'intera famiglia, sono stati trovati in un appartamento, interrato, un palazzo di via Nazzario Sauro, completamente allagato. Dalla procura arrivato stato dato il nulla osta per mettere a disposizione della famiglia i corpi dei coniugi Simone Ramacciotti e Glenda Garzelli, 37 e 35 anni, del loro figlio Filippo di 4 anni e del nonno Roberto Ramacciotti, 65 anni. A perdere la vita anche Raimondo Frattali, di 70 anni. Altre due nella zona ai piedi della collina di Montenero.

GLI INTERVENTI. Alle ore 11 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco a Livorno sono stati 120, mentre a Pisa sono stati 180. Per gestire al meglio gli interventi di soccorso a Livorno, l'area operativa è stata suddivisa in tre settori, in ognuno di essi è presente un Ucl (Unità di Comando Locale) che gestisce direttamente il soccorso e si interfaccia con la sala operativa del comando provinciale. Continuano i sopralluoghi nelle aree di massima criticità lungo i fiumi e sui ponti.

Nella prima seduta del Consiglio comunale dopo il rientro dalla pausa estiva, Firenze ha reso omaggio alle vittime del disastro che ha colpito Livorno.

Altre Notizie