Domenica, 19 Novembre, 2017

Atalanta-Everton, Gasperini: "Quanta gente a Reggio, siamo fiduciosi"

Atalanta verso l'Europa Atalanta-Everton, Gasperini: "Quanta gente a Reggio, siamo fiduciosi"
Iona Trifiletti | 13 Settembre, 2017, 21:21

L'entusiasmo che gravita intorno all'Atalanta, tornata in Europa dopo tanti anni, è tanto e il mister nerazzurro Gian Piero Gasperini si augura non sia fonte di distrazione per i suoi giocatori.

" Affrontiamo con fiducia e rispetto questa competizione". Gasperini, la squadra e tutta Bergamo sono pronti a vivere un sogno: "Noi non abbiamo un nome così importante, ma la stagione sul campo ha detto cose vere".

Un'accenno anche sul probabile undici che verrà schierato domani al 'Mapei Stadium', stadio che farà da casa all'Atalanta in questo percorso europeo: "Ho già in testa la formazione, ed anche se ora non l'annuncio, posso dire che ho le idee chiare".

"Non so se c'è non c'è, rappresenta una parte importante del calcio inglese". Non mettiamo obiettivi ma c'è la curiosità di misurarci con squadre europee anche di un certo livello. "Abbiamo però soluzioni molto valide - ha spiegato Gasperini - anche se ci mancano i due giocatori nello stesso ruolo". Io sarei contento ci fosse.

Sono passati ormai quasi trent'anni da quell'Atalanta che fece grandi cose in Coppa UEFA. "Dobbiamo adattarci, ma le nostre caratteristiche non dobbiamo cambiarle". "Anzi, forse ci sarà un po' di motivazione in più". "Solidità e futuro, strutture, settore giovanile... sotto la loro guida può, solamente, continuare a crescere", riporta Tuttomercatoweb.

La nuova maglia, che presenterà il logo Uefa Europa League sulla manica destra e la scritta scritta "RESPECT" accompagnata dal simbolo Uefa sulla sinistra, è stata svelata nella giornata di oggi alla presenza del presidente dl club bergamasco Antonio Percassi. Quanto inciderà non giocare a Bergamo? Siamo forti, ci accompagna. A Gasp risponde indirettamente un Ronald Koeman abbottonato: "Non dico chi ci sarà o meno in campo, ma Rooney è qui e vuole giocare". "Ci dà tanta forza perché il tifo è unico".

Altre Notizie