Mercoledì, 20 Settembre, 2017

Brexit, Londra si impegna alla collaborazione con la Ue sulla sicurezza

Londra. Exit from Brexit il grido dei 50mila in corteo scuote la politica britannica ed europea Per i britannici gli italiani restano i più belli e attraenti d'Europa
Evandro Fare | 12 Settembre, 2017, 18:18

Dal Parlamento di Westminster nessuna sorpresa.

La Camera dei Comuni in Gran Bretagna ha approvato la legge quadro (denominata "Great Repeat Bill") destinata a cancellare l'European Communities Act del 1972, a revocare con la Brexit la potestà legislativa dell'Ue sul Regno Unito e ad assorbire le norme europee per poi decidere quali mantenere e quali no. Il disegno di legge ha l'obiettivo di abrogare formalmente l'adesione all'UE della Gran Bretagna e ribaltare la supremazia del diritto europeo nel paese. Si tratta di circa 19mila norme europee che al momento saranno semplicemente assorbite nella legislazione britannica al fine di evitare un vacuum legislativo e che verranno gradualmente cambiate dopo il completamento della Brexit, che avverrà nel marzo 2019.

Un voto, ha commentato la premier Theresa May, che rispecchia la volontà del popolo britannico e dà "certezza e chiarezza" consentendo ai negoziati di procedere "su solide fondamenta". È quanto si legge in un nuovo documento negoziale presentato dal ministro per la Brexit David Davis, secondo cui "anche al di fuori dell'Unione continueremo ad affrontare minacce comuni alla nostra sicurezza, ai nostri valori e al nostro stile di vita". Qualche malumore in più in casa Tories, spaccati al loro interno tra la corrente euroscettica più oltranzista e quella più pragmatica, ma la disciplina di partito ha prevalso.

Altre Notizie