Mercoledì, 22 Novembre, 2017

De Magistris: "Ci candidiamo ad Avellino". Stoccate a Mastella e Tartaglione

Per governare una città ci vuole amore e passione. Anche Avellino ha bisogno di un po’ di Dema e noi ci candideremo la lezione di De Magistris De Magistris: "Ci candidiamo ad Avellino". Stoccate a Mastella e Tartaglione
Moreno Priola | 10 Settembre, 2017, 15:46

Al termine dell'incontro e prima di recarsi a scoprire la targa onorifica in ricordo del primo ambasciatore della Russia in Italia in via Nardones, il Sindaco de Magistris e Razov si sono scambiati alcuni doni: all'Ambasciatore è stato donato il gagliardetto ufficiale della Città mentre a de Magistris, che l'ha molto gradito, è stato donato un libro sulla città di Mosca. "Fino a quel momento si facevano solo le riprese per Gomorra, oggi si fanno film anche sul riscatto di Scampia". A cominciare da Avellino dove il prossimo anno ci saranno le amministrative: "Dem-A sarà presente con un suo candidato e lista". Ristruttureremo tutti gli impianti sportivi, ci sarà un tale flusso di persone che dovremo usare le navi per ospitarle. Abbiamo intenzione di costruire un movimento politico senza confini e questa realtà, quasi una continuazione della città metropolitana, è fondamentale per ripartire dai beni comuni. "Farò il sindaco fino alla scadenza del mandato, 2021".

Il primo cittadino di Napoli e l'alto diplomatico russo hanno discusso di vari temi soprattutto quelli riguardanti i rapporti tra Napoli e la Russia auspicandone il rafforzamento anche sul piano degli scambi commerciali e delle imprese e dell'incremento dei flussi turistici dei cittadini russi verso la nostra città. Io sono fiducioso". Quanto alle accuse che spesso gli vengono poste di essere un masaniello o populista, de Magistris ha detto: "Se populista significa strumentalizzare il popolo, non lo sono. Un percorso complicato: a Napoli stiamo dimostrando che dando forza alla gente, ripartendo dai valori semplici come l'autonomia e il coraggio, l'onestà, i beni comuni e la democrazia partecipativa, si possono migliorare servizi e qualità della vita anche senza soldi.

Un affondo anche alla segretaria regionale del Pd Assunta Tartaglione che proprio ieri ha accusati De Magistris di affondare l'Azienda Napoletana Mobilità mentre la Regione ha salvato l'Eav "dimenticando di dire che il Governo ha dato 650 milioni di euro per non far morire l'azienda, mentre noi stiamo salvando la nostra società con modalità autoctone ma forti senza avere l'elargizione di denaro pubblico e riuscendo a mantenerla pubblica".

Infine un siparietto inatteso con l'arrivo del presidente dell'Us Avellino Walter Taccone che ha omaggiato De Magistris di una maglia della squadra biancoverde, invitandolo ad assistere alla partita contro il Foggia (alle 15.30 al Partenio Lombardi). "In questi sei anni da sindaco non ho mai visto l'onorevole Tartaglione".

Altre Notizie