Domenica, 18 Novembre, 2018

Dybala, una Joya infinita: "Mi piace far divertire la gente"

La Juventus batte il Sassuolo 3-1 tripletta di Dybala. Higuain sostituito e contrariato Dybala, una Joya infinita: "Mi piace far divertire la gente"
Iona Trifiletti | 19 Settembre, 2017, 04:47

Dybala, più che al paragone con Messi, al momento sembra interessato alla sfida quotidiana con Miralem Pjanic.

Higuain infatti ha girato nuovamente a vuoto, Mandzukic si salva essenzialmente solo per lo spirito encomiabile di sacrificio, Matuidi deve assimilare certi meccanismi che i compagni conoscono meglio e, la difesa, in troppe occasioni (e questo Sassuolo non è ... irresistibile) ha ballato la samba mostrando un Lichtsteiner un pochino pasticcione e un Rugani che, pur impegnandosi, deve crescere molto e soprattutto esibire maggiore personalità. "L'importante è che questi gol aiutino la squadra, poi cerco di fare il massimo e di far divertire la gente". Compiti opposti, ma atteggiamenti simili: così come Pjanic si abbassa sino al limite della sua area per ricevere palla e far partire la manovra, affacciandosi nell'area avversaria per la conclusione o l'ultimo passaggio, analogamente Matuidi si schiaccia per risultare determinante in fase di rottura dell'azione, e fa respirare la Juventus portando palla per 15-20 metri e giocando quasi sempre in verticale (di questa sua caratteristica ne avevamo già parlato qui). Avrebbe potuto rispondere in molti modi: "genio", "il vero erede di Messi", "talento unico", ma ha preferito discostarsi dalle etichette, dagli inutili cliché, per restituirci un'immagine de La Joya più autentica, più vicina alla sua attuale dimensione di calciatore. Dove tengo i palloni di queste triplette? "Per ora sono in vantaggio, ma lui è pericoloso". "Ma sono tutte importanti". Messi ha la sua storia e i suoi gol, io ho la mia. Qui è stato assoluto protagonista, fiaccando l'insperato tentativo di Consigli di evitare il gol con una traiettoria vellutata ma imparabile.

Ieri la Juventus ha vinto in maniera netta e meritata contro il Sassuolo. La prima fu segnata contro il Genoa un paio di settimane ed ha in comune con quella di oggi del Mapei Stadium il fatto di essere stata segnata in trasferta e con la seconda maglia della Juventus, quella di colore giallo. La gente apprezza il tuo gioco. Questo Dybala però rischia di diventare imprescindibile anche per la Signora.

Altre Notizie