Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Giocattoli: le vendite online spingono Toys R Us verso la bancarotta

Usa il gigante dei giocattoli Toys R Us dichiara bancarotta Toys R Us, il gigante dei giocattoli cede allo shopping online e dichiara bancarotta
Quartilla Lauricella | 19 Settembre, 2017, 13:34

Finisce l'era di Toys R' Us.

Nei primi quattro mesi dell'anno Toys R Us ha visto le perdite salire a 164 milioni di dollari, dai -126 milioni dello stesso periodo del 2016, e i ricavi scendere del 4,7% a 2,21 miliardi di dollari per la concorrenza dei negozi online come Amazon. Toys R Us dichiara ora ufficialmente bancarotta, e si mette sotto la protezione del Chapter 11 della legge fallimentare statunitense. Negli ultimi tempi, le agenzie specializzate hanno abbassato il rating della società, che adesso deve sperare che la sua mossa abbia effetto per poter incassare un impegno da 3 miliardi di dollari per azzerare o ridurre fortemente i propri debiti.

Il gruppo americano ha chiesto al tribunale l'accesso al "Chapter 11" per la bancarotta assistita, puntando a ristrutturare il suo debito e a raggiungere una struttura finanziaria sostenibile per consentire di investire in una crescita di lungo termine. Al di là delle parole di circostanza, si tratta di una dichiarazione di sconfitta da parte di una delle principali catene di negozi per giocattoli a livello mondiale, che sconta lo strapotere delle vendite on line.

Altre Notizie