Giovedi, 23 Novembre, 2017

Gorgonzola e taleggio, la Cina blocca l'import. Il paradosso: "Stop sanitario"

A rischio l’export Cina: stop formaggio Italia non politico
Calogero Calderone | 12 Settembre, 2017, 23:04

A dichiararlo è stato il vice direttore cinese del ministero del Commercio, Wu Jing-chun, a pochi giorni dal congresso Slow Food International che si terrà Chengdu.

Tra le contromosse allo studio, si apprende, ci sarà un seminario sui formaggi con muffe da tenere quanto prima, mentre anche l'Ue scenderà in campo dato che la lettura restrittiva dei regolamenti rischia di colpire non solo Italia e Francia, ma anche Gran Bretagna, Danimarca e Olanda. Nel suo intervento durante la conferenza stampa di presentazione del prossimo Congresso Mondiale di Slow Food, Wu ha ricordato anche i dati dell'interscambio commerciale.

Intanto, anche il Consorzio Gorgonzola (ai cui vertici ci sono due novaresi, il presidente Renato Invernizzi e il vicepresidente Fabio Leonardi) è al lavoro per trovare una soluzione: venerdì si è svolto un incontro al ministero per il Commercio estero, in collegamento con l'ambasciatore italiano a Shangai. A lanciare l'allarme è Assolatte, spiegando che gorgonzola e taleggio rientrano tra i prodotti caseari finiti nel mirino delle autorità doganali cinesi, che hanno improvvisamente deciso di irrigidire i controlli sull'importazione dei formaggi a crosta fiorita, erborinati o muffettati prodotti nell'Unione Europea. La questione e' gestita dalla Aqsiq, ha spiegato, l'Amministrazione Generale per il Controllo della Qualita', della Supervisione e della Quarantena cinese. "L'Italia ha effettuato quest'anno investimenti in Cina per 7 miliardi di dollari finora e la Cina ne ha fatti per 11 miliardi, confermando l'Italia tra i Paesi di maggior attrazione degli investimenti cinesi". Questo è soltanto un problema di procedura interna, non di politica. Ad avvalorare le sue valutazioni, Wu ha ricordato di essere andato di recente a Roma con la Commissione mista per la promozione commerciale, il cui scopo è sviluppare le relazioni economiche bilaterali e alla quale partecipano Mise e ministero del Commercio, e di "aver comprato molti formaggi italiani". Inatteso stop sul mercato cinese per Gorgonzola e Taleggio, due grandi formaggi Dop, espressione del più apprezzato made in Italy. "Una anomalia se si considera che la Cina ha fatto scattare in Europa ben 256 allarmi per prodotti alimentari pericolosi nel 2016 secondo il rapporto del sistema di allerta rapido dell'Unione Europea e si colloca tra i Paesi più insicuri dal punto di vista alimentare".

Altre Notizie