Lunedi, 25 Settembre, 2017

L'aceto balsamico di Modena Igp venduto a una multinazionale inglese

Via dall'Italia un altro fiore all'occhiello italiano: Acetum è inglese Abf compra Acetum, leader mondiale del balsamico Igp
Quartilla Lauricella | 11 Settembre, 2017, 19:02

Parlerà d'ora in poi con accento britannico una fetta importante del mondo dell'aceto balsamico Igp di Modena. È il commento del presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Mauro Tonello, alla notizia che Associated British Foods (Abf), quotato al London Stock Exchange, ha raggiunto l'accordo per l'acquisizione di Acetum Spa, principale produttore italiano di Aceto Balsamico di Modena Igp (Indicazione Geografica Protetta).

Acetum è stata fondata da Cesare Mazzetti e Marco Bombarda, che vendono il 20% del capitale e resteranno in azienda in qualità di presidente e direttore del business.

George Weston, ad Abf, ha detto: "E' un'occasione meravigliosa per diventare i custodi di un prodotto italiano con così grande reputazione, abbiamo piani di crescita ambiziosi in tutto il mondo".

Ebbene, non tutti si dicono tranquilli, a partire dalle associazioni degli agricoltori e dalla sinistra. Per il quale, dunque, "l'utilizzo di prodotto agricolo estero rischia di aumentare con l'acquisizione da parte di società straniere di marchi alimentari italiani di primaria importanza".

Acetum spa produce anche glasse balsamiche, aceto di vino e di mela e altri condimenti. Questo significa, come denuncia la Coldiretti, utilizzare sempre più spesso materie prime non italiane e delocalizzare gli stabilimenti. Si tratta di un attestato legato alla territorialità e che permane solo se la produzione non viene spostata dal sito.

Altre Notizie