Lunedi, 25 Settembre, 2017

Rubate più di mille cabine elettorali In parte già distrutte, tre denunciati

Evandro Fare | 14 Settembre, 2017, 13:50

Palermo, 14 set. (askanews) - Furto singolare a Palermo, dove la Polizia è intervenuta in un deposito del Comune in cui era stata segnalata la sparizione di più di mille cabine elettorali in metallo, con un danno per le casse comunali di oltre 200mila euro. Le indagini degli agenti di Digos e Ufficio Prevenzione generale e Soccorso pubblico sin dalle prime battute hanno permesso di risalire alla targa del furgone cassonato utilizzato. Il mezzo, infatti, è stato intercettato e bloccato dopo qualche ora, nel comune di Carini. Nei pressi del deposito era stato notato un furgone.

Nel corso delle indagini è stato individuato un presunto complice della banda: un palermitano di 42 anni, anche lui denunciato per furto aggravato. Le cabine sono state ritrovate in seguito negli spazi di una ditta che si occupa della raccolta e stoccaggio di materiale ferroso. Una parte delle cabine elettorali era ancora integra ed è stata trovata all'interno dello stabilimento ispezionato. L'amministratore della ditta di stoccaggio, un 61enne di Carini, è stato denunciato per riciclaggio.

Altre Notizie