Sabato, 18 Novembre, 2017

TIM, la golden power approda in Consiglio dei ministri

con la lista della spesa Il ministro Calenda avverte Virginia Raggi: “Non venga da noi con la lista della spesa”
Quartilla Lauricella | 17 Ottobre, 2017, 03:06

"Bisogna sbrigarsi moltissimo a dare il quadro delle regole - ha aggiunto - in maniera che ogni conflitto di interessi sia il più difficile possibile".

(Teleborsa) - Riflettori puntati sul titolo Telecom Italia nel giorno in cui si riunisce il Consiglio dei ministri per definire l'esercizio del cosiddetto "golden power". L'annuncio dell'uso dei poteri speciali nella società di Tlc partecipata da Vivendi come primo socio è arrivato dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, intervistato a "In Mezz'ora" su Raitre. Se c'è un controllo lo si dichiara, se c'è da fare una notifica al Governo lo si fa o si viene sanzionati. E poi c'è un tema della strategicità della rete. Domani mattina il Consiglio dei Ministri approverà la golden power per Telecom, saranno prescrizioni equilibrate e non punitive. "Su questo si deve arrivare una soluzione in cui si richiama l'investitore alle regole e si studia una soluzione per gestire questo asset". "È superiore interesse nazionale avere una rete neutrale", aveva sottolineato il ministro, aggiungendo: "Credo che vadano separate le due società". Ho scritto all'Agcom chiedendo di studiare, come ha fatto l'Inghilterra, quali sono i possibili benefici e rischi dal non avere una rete separata dal punto di vista societario, non dal punto di vista della proprietà. "Dopodiché la proprietà può essere anche la stessa purché si rispettino determinate norme". Escluso invece, almeno al momento, un ruolo della Cassa Depositi e Prestiti nella vicenda e, soprattutto, un suo ingresso in Telecom Italia.

Altre Notizie