Sabato, 18 Novembre, 2017

Wall Street, ancora record: DJ +0,69%

Trent'anni fa il Black Monday. E anche oggi i mercati non stanno tanto bene Il Black Monday del 19 ottobre 1987
Quartilla Lauricella | 20 Ottobre, 2017, 10:21

A 30 anni esatti di distanza, oggi Wall Street ha dato i primi sintomi di quel pullback che in molti temevano ed altrettanti speranzosi, attendevano. La Borsa più grande del mondo ha avviato le contrattazioni con il segno meno in scia ad una serie di fattori.

Apertura in negativo, per i principali indici americani, nel giorno del trentesimo anniversario del crollo del 1987, seduta in cui il Dow Jones perse in una sola giornata il 22% del suo valore. L'S&P500 arretrò invece del 20% con inevitabili ripercussioni sul resto dei mercati globali. Pressoché invariato il Nasdaq 100 (+0,13%); in moderato rialzo lo S&P 100 (+0,28%).Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Sanitario (+1,31%) e Utilities (+0,58%).

Di scarso aiuto la macroeconomia nonostante il Philly Fed sia salito ai massimi di cinque mesi e i sussidi alla disoccupazione siano scesi su livelli che non si vedevano dal marzo del 1973.

Chi invece potrebbe sorridere, ma non è assolutamente una certezza visti i recenti andamenti a dir poco sclerotizzati, è il petrolio. In focus Adobe e eBay che hanno già alzato il velo sui rispettivi bilanci.

In questo momento il Dow Jones lima lo 0,13% come l'S&P-500, mentre il Nasdaq 100 arretra dello 0,58%.

Altre Notizie