Lunedi, 20 Novembre, 2017

Italia, Ventura rischia anche col Mondiale: Ancelotti in pole

Italia, Ventura e Tavecchio a rischio anche in caso di qualificazione: pronti Ancelotti o Conte Italia-Svezia, Ventura? Passare potrebbe non bastare: Ancelotti alla finestra
Iona Trifiletti | 14 Novembre, 2017, 15:52

Anche la sezione sportiva del The Sun apre con la notizia sugli azzurri: "L'Italia fallisce la qualificazione al Mondiale". E non è tutto: a rischiare sarebbe anche il presidente della FIGC Carlo Tavecchio: il massimo dirigente del calcio italiano, difatti, potrebbe salutare in barba alla rielezione ratificata lo scorso marzo.

Dopo l'eliminazione subita a Milano contro la Svezia, in parecchi si aspettavano che il Commissario Tecnico della Nazionale Giampiero Ventura rassegnasse le dimissioni, così come fece Cesare Prandelli dopo il flop di Brasile 2014, ma quelli erano già i Mondiali. Sarà intoccabile nel suo contratto da 1,5 milioni netti fino al 2020. Si è parlato anche di una clausola di rescissione automatica in caso di mancata qualificazione. A breve si dovrebbe conoscere il destino di Ventura, ormai è certo l'esonero visto che anche Buffon non lo ha esentato da colpe, e dell'Italia. All'andata hanno avuto la meglio gli scandinavi, che ci hanno battuto 1-0, mettendoci in una situazione particolarmente complicata.

Ventura dovrà parlare con Tavecchio, anche lui assai contestato ma che con ogni probabilità rimarrà saldo al suo posto. Il futuro del tecnico è scritto. L'ex patron della Lega Dilettanti, artefice principale dell'arrivo di Ventura in azzurro a seguito dell'addio di Conte, patirebbe una forte pressione da parte del presidente del CONI Giovanni Malagò, che proverebbe a convincere Tavecchio a dimettersi. Sul banco degli imputati c'è il ct Ventura, ampiamente criticato, e ora si aprirà la caccia al nuovo commissario tecnico dell'Italia.

Se la scelta dovesse ricadere su uno tra Conte, Mancini o Allegri, sarebbe necessario trovare un traghettatore fino al prossimo mese di giugno. Ma avrà raggiunto il risultato secondo il percorso che tutti si attendevano, gli spareggi. Perché la panchina azzurra, seppur sempre prestigiosa e ambita, è poco remunerativa.

Altre Notizie