Lunedi, 20 Novembre, 2017

Malagò: "Fossi Tavecchio mi dimetterei. Non ci sono condizioni per commissariamento"

Malagò impotente non può'esonerare Tavecchio Getty Images
Iona Trifiletti | 14 Novembre, 2017, 15:21

Lo ha detto oggi a Roma il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sulla mancata qualificazione della Nazionale italiana al mondiale di calcio a margine della presentazione del nuovo stadio dell'Atalanta. "Decisioni importanti di Ventura e Tavecchio?".

Normale che una nazione che viva ormai solo di calcio (che altro c'è all'orizzonte di questo disastrato Paese?) si ritrovi totalmente shock per la non qualificazione ai Mondiali della Federazione Giuoco Calcio comunque detentrice di ben 4 titoli mondiali, secondo, con la Germania, soltanto al mitico Brasile. Ha poi aggiunto sul tema degli stadi di proprietà: "Negli anni delle vacche grasse, dove sono arrivati anche risultati molto importanti, se ci fosse stata lungimiranza, tutte le società avrebbero avuto un impianto di proprietà". Non è dalla partita con la Svezia che si è capito che ci sono dei problemi, che c'è qualcosa che non va: negli ultimi due Mondiali siamo usciti al primo turno, non si riescono ad eleggere il presidente della Lega di A e di B. Renzi replica e lo attacca sul fronte del confronto politico, "chi conosce il calcio sa che gli argomenti di Salvini sono ridicoli", ma non nasconde che quella di ieri è una "sberla enorme", e sottolinea come "la serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo "storica" imponga a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al presidente Tavecchio e al ct Ventura". Di come si insegna a fare calcio, riguarda anche i genitori su come si sta in tribuna. Ventura è stato una scommessa persa, un errore.

Infine un pensiero per Buffon: "Vorrei ringraziare Gigi perché ieri ci ha messo la faccia".

Della disfatta azzurra ha parlato anche l'ex numero 1 del Coni, Franco Carraro che ha analizzato innanzitutto il danno economico: "Grossomodo saranno 500-600 milioni. Con lui ringrazio tutta quella generazione di calciatori che ci hanno dato grandi soddisfazioni". Bisogna vedere se parliamo di diretto o di indiretto. Deve guardarsi allo specchio, deve valutare la situazione. Malagò riferisce di aver sentito il numero uno della Federcalcio: "Gli ho chiesto che intenzioni avesse e mi ha detto che domani ci sarà questa riunione in Figc alle 16".

Altre Notizie