Lunedi, 20 Novembre, 2017

Obesità e anoressia: legate a carenza dell'ormone del buonumore

Anoressia e obesità chi ne soffre è per colpa dalla mancanza della “molecola del buonumore” Obesità e anoressia: legate a carenza dell'ormone del buonumore
Moreno Priola | 14 Novembre, 2017, 13:03

E' quanto emerge da uno studio condotto da Graziano Pinna dell'Università dell'Illinois e pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology. Tale deficit predispone all'ansia e alla depressione. L'allopregnanolone - chiamato anche "allo" - è un derivato dell'ormone femminile progesterone; generalmente produce un umore positivo e sensazioni di benessere.

Le donne obese o che soffrono di anoressia nervosa hanno un ridotto livello dello steroide del 'buonumore' conosciuto come allopregnanolone nel sangue. A nessuna delle partecipanti era mai stata diagnosticata la pressione o avea mai assunto antidepressivi e l'età media era di 26 anni. Il gruppo di Pinna ha coinvolto un piccolo campione (12 donne con anoressia nervosa, 12 donne di peso normale e 12 donne obese) ma i risultati ottenuti sembrano già così abbastanza attendibili. L'equipe di Pinna è riuscita a scoprire anche un altro importante fattore. I ricercatori hanno inoltre scoperto la presenza di sintomi di ansia e depressione nelle donne con ridotti libelli di allopregnanolone. Molecole che aumentano la produzione di allo potrebbero divenire antidepressivi alternativi rispetto a quelli oggi in uso (che non funzionano in circa la metà dei pazienti), sostiene Pinna.

Altre Notizie