Venerdì, 17 Novembre, 2017

Offerta Lufthansa dimostra che Alitalia non è messa così male, dice USB

Lufthansa, ecco i dettagli dell'offerta Lufthansa rilancia su Alitalia: 250 milioni di euro e duemila esuberi
Quartilla Lauricella | 13 Novembre, 2017, 19:23

L'offerta, secondo quanto riporta Il Messaggero, sarebbe pari a 250 milioni di euro per rilevare 100 aerei, circa 6mila dipendenti (la metà di quelli attuali), le rotte nazionali e quelle Ue. Questa è una decisione di carattere politico e industriale che darebbe finalmente l'impulso per una totale virata a 180 gradi dell'Azienda verso la rotta che la porti fuori da 15 anni di disastri, sulla quale c'è il nostro impegno a sostenerla.

Secondo i progetti di Lufthansa, Alitalia potrebbe riprendere quota con non più di 6mila dipendenti. "E che il lavoro, giudicato prezioso dei commissari, continui a ridurre i costi e ad aumentare la redditività". E, al netto dei servizi di terra, il sacrificio sul fronte occupazionale non dovrebbe superare le 2.000 unità.

"Com'è possibile che tuttora manchi l'assunzione di responsabilità politica nel prendere atto che la situazione di Alitalia è mutata e che l'interesse del Paese è quello di smettere di regalare agli altri, da Ryanair alle Major europee, un settore da 164 milioni di passeggeri e quasi 30 miliardi di valore di cui solo il 15% alle aziende nostrane, (dati 2016), fermando una vendita sempre più ingiustificata e che mette a rischio migliaia di posti di lavoro?". Sul tavolo delle trattative ci sono ancora i 500 milioni offerti dal Fondo Usa Cerberus, che però non garantiscono un futuro solido alla compagnia. Infatti gli americani mirerebbero ad acquisire per poi rivendere a pezzi Alitalia, senza dare nessuna garanzia occupazionale futura. Resta in corsa Easyjet, ma la sua proposta, ad oggi, appare troppo debole.

Altre Notizie