Lunedi, 20 Novembre, 2017

Rifiuti, nel X Municipio la rivoluzione della differenziata con "sacchetti intelligenti"

Rifiuti, finisce l'era del cassonetto: al via la raccolta differenziata spinta Rifiuti, nel X Municipio la rivoluzione della differenziata con "sacchetti intelligenti"
Evandro Fare | 14 Novembre, 2017, 19:12

I tag vengono letti da unantenna posizionata sugli automezzi che invia i dati, in tempo reale, al sistema informativo di AMA. Un calendario di raccolta più semplice ed efficace è stato studiato per facilitare i cittadini e garantire un utilizzo più razionale di personale e mezzi di AMA. Il servizio sarà calibrato sulla base delle concrete esigenze di ciascuna attività, attraverso adeguate modalità di conferimento (dell'organico, della carta, della plastica, del cartone, degli imballaggi in genere, ecc) presso il proprio esercizio commerciale o la propria azienda, sempre secondo un calendario concordato. A partire dai primi giorni di dicembre, gli addetti Ama inizieranno la mappatura delle utenze, edificio per edificio, su tutto il territorio del Municipio X per definire tutte le tipologie di utenza.

Nelle aree idonee, cioè a bassa densità abitativa, con presenza di verde, giardini, terreni agricoli, come ad esempio l'Axa, Casalpalocco, Infernetto, gli utenti potranno richiedere ad AMA la fornitura gratuita di compostiere domestiche per la gestione della frazione organica.

"L'obiettivo - precisa il Vicesindaco Cristian Lisotti - è quello di portare l'attuale indice di raccolta differenziata da 38 -39 % agli attuali minimi di legge intorno al 70 %". Sarà organizzato, inoltre, un fitto calendario di appuntamenti informativi con i cittadini che di questa rivoluzione saranno i protagonisti e anche co-responsabili del decoro del loro territorio. L'importante novità riguarda il tracciamento dei conferimenti mediante 'sacchetto intelligente', dotato di chip per riconoscere la provenienza dei rifiuti, un sistema di identificazione degli utenti. Il nostro scopo è arrivare quanto prima alla tariffa puntuale, in base alla quale ogni utente paga in base alla differenziata: più si differenzia meno si paga”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

L'assessora alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari, ha ribadito l'importanza della questione messa in atto dall'Amministrazione e ha ricordato che ciò che si sta proponendo è un totale cambio di rotta attraverso lo sviluppo di un'importante innovazione tecnologica del sistema di raccolta domiciliare, da estendere gradualmente a tutta la città. Stiamo correndo per recuperare anni di ritardi: vogliamo ridurre i rifiuti, aumentare la raccolta differenziata al 70% e sviluppare un'impiantistica sostenibile. Un sistema inefficace che ha provocato anche il fenomeno della migrazione dei rifiuti: "chi non ha voglia di fare la differenziata porta a porta, va a pesare con i suoi rifiuti sui contenitori stradali più vicini, creando disagi e degrado".

Nel X municipio si avvia un modello di raccolta differenziata porta a porta radicalmente diverso che interesserà tutta la popolazione: 230.000 abitanti e 4.000 utenze non domestiche.Con il nuovo modello, condiviso da Ama con Roma Capitale, la raccolta diventa anche tecnologica: tutti i contenitori saranno dotati di TAG il cui microchip permette di tracciare il rifiuto e identificare lutente.

Il Presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani, è intervenuto per sottolineare che è la prima volta che in una Capitale europea viene messo a punto un sistema intelligente basato sulla tecnologia RFID (Identificazione a Radio Frequenza), che consente la tracciabilità dei rifiuti.

Altre Notizie