Lunedi, 20 Novembre, 2017

Sacchi, la sconfitta non è improvvisa

Iona Trifiletti | 14 Novembre, 2017, 17:19

Ventura non ha avuto la stessa sorte, ha pareggiato a Milano ed ha mancato la qualificazione. "Se e' stata scelta la formazione giusta?" Questo è proprio un fatto culturale, tendiamo a considerare uno sport di squadra come fosse individuale. In queste situazioni si cerca sempre il capro espiatorio: ci mettiamo a posto la coscienza allontanando il singolo. I fischi sono figli del risultato, anche perché quella di Ventura è stata una carriera dignitosa.

Il futuro, Sacchi vota Ancelotti. "Ancelotti? E' un grande, ma vogliamo aiutarlo Ancelotti". "Allora dobbiamo fare molte cose diversamente da come le abbiamo fatte fino ad adesso".

Altre Notizie