Venerdì, 17 Novembre, 2017

Ventura: "Contro la Svezia servirà tattica, cuore e determinazione"

Ventura in conferenza: “Cambieremo qualcosa rispetto alla gara d'andata. Playoff? Non capisco perché ci si sorprenda Verso Itali Svezia, parla Ventura: “come cambierò La squadra “
Iona Trifiletti | 15 Novembre, 2017, 08:20

Speriamo che sia un cambiamento in meglio. "Quando sono arrivato in Nazionale si prospettava esattamente questo scenario, avevamo preventivato di essere inferiori alla Spagna e di arrivare tra le quattro migliori seconde", le parole davvero incredibili di Ventura. Se non verrà superata ci saranno delle disquisizioni, come ce ne saranno altre se passeremo.

Non polemizza più sull'arbitro Cakir, almeno distratto nella gara d'andata, ma per rispondere ai calciatori svedese che hanno definito attori e anche simulatori gli azzurri fa riferimento alla microfrattura al naso di Bonucci (gomitata di Toivonen): "Ho tanti anni purtroppo per me di calcio e certe cose lasciano il tempo che trovano". A fine partita ho solo detto che la partita poteva essere gestita in maniera più corretta. Se pero' uno gioca con la maschera, un minimo di dispiacere c'è. L'Italia si gioca domani a "San Siro" contro la Svezia l'accesso ai Mondiali di Russia. "Non so che partita sarà domani, ma spero che ci sarà correttezza". È una partita importante per noi e per la storia della nostra Nazionale. La tattica è importante ma da sola non basta, la corsa e la determinazione da sole non bastano.

"Nel corso della gara di andata si è scatenato l'inferno. Dovremo avere tutte e tre queste componenti e metterle in campo, cosa che non ci è riuscita venerdì sera". Non ci può essere sorpresa per essere arrivati a questo punto. Un allenatore che riceve consigli li ascolta, li valuta ma poi decide lui. "Usiamo la nostra testa, il campo ci dirà se avremo ragione", ha detto Ventura. "Abbiamo analizzato quello che abbiamo fatto, abbiamo preso coscienza di tutto".

Altre Notizie