Mercoledì, 24 Gennaio, 2018

Asia Argento contro Enrico Brignano: "Sei un buzzicone…se te vedo, t'acciacco"

Enrico Brignano: ''Le accuse a Brizzi fatte solo in tv, non in tribunale'' Asia Argento contro Enrico Brignano: "Sei un buzzicone…se te vedo, t'acciacco"
Calogero Calderone | 13 Dicembre, 2017, 05:00

Enrico Brignano è uno dei protagonisti del film di Natale di Fausto Brizzi, Poveri ma ricchissimi. In una recente intervista al Corriere della Sera, ha voluto dire la sua sul regista Brizzi, dandogli tutto il possibile appoggio e rincarando la dose sull'ex Miss Italia Clarissa Marchese, una delle accusatrici di Brizzi: "E se uno dice "spogliati nuda", ti ha fatto una violenza? I fatti non sono stati ancora denunciati ai carabinieri".

Sul social network l'attrice se l'è presa anche con il Corriere della Sera, che ha pubblicato l'intervista all'attore comico. Nel mirino, il passaggio in cui Brignano ricordava come Asia avesse fatto quattro film dopo il caso molestie: "Visto che Enrico Brignano conosce la mia filmografia meglio di me, può nominare i 4 film che avrei fatto con Weinstein dopo avermi stuprata?", ha tuonato.

Infine, la Argento e sempre su Twitter, si produce in una stoccata alla Warner Bros, postando la locandina del film di Brizzi: "Sappiamo tutti chi ha diretto questo film, anche se WarnerBrosIta ha sagacemente rimosso il suo nome dalla locandina". A sentire il comico, Asia avrebbe denunciato il potentissimo produttore cinematografico di Hollywood ma solo dopo aver goduto della sua amicizia.

Chiarito il suo pensiero, si rivolge ad Asia Argento, una delle prime ad averci messo la faccia per scardinare il sistema Weinstein: "Asia Argento ha detto che, 20 anni fa, lui ha fatto quello che ha fatto". C'è chi sta con Brignano e chi con Asia.

L'attrice non si è tenuta le accuse, ribattendo su Twitter attaccando duramente Brignano: "te lo scrivo in romano: sei un gaggio, disgraito e pure buzzicone".

Precisando di volere e dover difendere un film in cui hanno lavorato 150 persone, Brignano aveva spiegato che sicuramente ci sono donne violentate quotidianamente, una cosa drammatica, ma ce ne sono anche altre che farebbero carte false per apparire.

Altre Notizie