Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Casa all'asta, 50enne si taglia le vene in tribunale

La casa va all'asta disabile tenta di tagliarsi le vene Casa all'asta, 50enne si taglia le vene in tribunale
Evandro Fare | 05 Dicembre, 2017, 15:32

La storia che arriva da Siena questa mattina purtroppo nasce da lontano: per l'ex imprenditrice Sandra Pelosi, che oggi in Tribunale a Siena si è tagliata le vene in segno di protesta dopo aver perso la sua casa all'asta, l'incubo della giustizia non inizia certo oggi.

Si era presentata in tribunale, dove la sua casa era finita all'asta giudiziaria per l'insolvenza di un mutuo, sperando che nessuno comprasse l'abitazione ma quando ha visto la prima offerta di acquisto dell'immobile non ha retto e ha deciso di tagliarsi le vene. A compiere il gesto Sandra Pelosi, una donna disabile dopo un incidente sul lavoro nel 2010 che gli avrebbe anche compromesso la capacità di pagare il mutuo da 500 mila euro contratto con una banca per la sua attività lavorativa. È stata soccorsa e portata al pronto soccorso dell'ospedale cittadino. Sandra, ancora sotto choc, non ha potuto che piangere e disperarsi appena trasportata all'ospedale delle Scotte: "Voglio solo giustizia, sto morendo e non mi manderanno via dalla mia casa". Affetta da morbo di Crohn e malata terminale, da anni combatte anche in tribunale a Grosseto per cercare di vedersi riconosciuti quelli che ritiene essere i suoi diritti nei confronti di assicurazioni e banche.

Altre Notizie