Sabato, 17 Novembre, 2018

Dell'Utri: "Sono stanco Non ce la faccio più"

Marcello Dell'Utri Dell'Utri: "Sono stanco Non ce la faccio più"
Evandro Fare | 05 Dicembre, 2017, 20:59

È attesa, quindi, nei prossimi giorni la decisione del tribunale di sorveglianza.

L'ex senatore del Pdl che sta scontando a Rebibbia la condanna a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa secondo i consulenti della Procura generale (il cardiologo Luciano De Biase e il medico legale Alessandro Fineschi, autori di ben due relazioni) si sono invece espressi per l'incompatibilità tanto da aver indicato una serie di strutture sanitarie (tre a Milano e due a Roma) dove Dell'Utri potrebbe essere trasferito in regime di arresti ospedalieri.

Il procuratore generale di Roma, Pietro Giordano, ha dato parere negativo alla richiesta di scarcerazione per motivi di salute avanzata dai difensori dell'ex senatore Marcello Dell'Utri.

Di diverso avviso ovviamente gli avvocati di Dell'Utri, che hanno presentato l'istanza di scarcerazione a insistono nel sollecitarne la remissione in libertà.

"Non ce la faccio più, mi sento provato e stanco", ha detto nei giorni scorsi Marcello Dell'Utri ai suoi legali.

Dell'Utri è affetto da tempo da una grave cardiopatia, e ultimamente gli è stato diagnosticato anche un tumore alla prostata. I difensori si augurano che "il tribunale non perda di vista il problema di un uomo di 76 anni che sta affrontando una pena in vari reparti ospedalieri. La detenzione domiciliare o ospedaliera, come hanno valutato i nostri consulenti, e' una soluzione più che ragionevole, oltre che umana".

Altre Notizie