Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Dopo i diamanti insanguinati il "diamante per la pace", simbolo di trasparenza

Il diamante della pace sarà messo all'asta per aiutare la Sierra Leone Venduto all'asta per 6,5 milioni di dollari il “diamante della pace” della Sierra Leone
Quartilla Lauricella | 05 Dicembre, 2017, 12:51

Vendita record all'asta newyorkese. Tali caratteristiche lo collocano tra i 20 diamanti più grandi e preziosi mai ritrovati nella storia scibile dell'uomo, seconda per valore a tutti i ritrovamenti avvenuti nella Sierra Leone; al primo posto un diamante di oltre 900 carati rinvenuto dai minatori nel 1972 e venduto all'asta per 2,5 milioni di dollari.

Ad aggiudicarselo - in un'asta a New York - il gioielliere, e miliardario britannico, Laurence Graff. Lo splendido oggetto prezioso è stato ribattezzato il 'diamante della pace', in contrapposizione ai 'diamanti insanguinati' della Sierra Leone.

Il pastore se lo ritrovò tra le mani proprio durante una di quelle tante visite alle miniere del villaggio di Koyadu, rimase attonito, ma nulla gli impedì di consegnare direttamente la pietra preziosa nelle mani del governo africano con la speranza che sarebbe stato investito per il benessere, l'economia e l'avanzamento sanitario della nazione.

La metà dei proventi della vendita saranno investiti, come promesso, dal Governo della Sierra Leone per migliorare le condizioni di vita nel piccolo villaggio di Koryardu, dove il gigantesco diamante è stato trovato. Manca praticamente tutto: dagli ospedali alle scuole, dalle strade ai servizi basilari. Un altro diamante di 476 carati è stato trovato nello stesso distretto ed è ora in vendita ad un'asta di Anversa in Belgio.

Altre Notizie