Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Il vero top player del Napoli? E' Sarri

Feyenoord-Napoli rassegna stampa della rivoluzione fuori Insigne ecco gli altri cambi Il vero top player del Napoli? E' Sarri
Iona Trifiletti | 05 Dicembre, 2017, 22:24

"E' una partita che può essere decisiva, ma può anche non esserlo perché non dipende solo da noi". La Juve negli ultimi anni ha vinto tanto e l'abbiamo messa ai paletti per tutta la gara. "Ho la sensazione che che la squadra sia determinata in campionato, meno in Europa". "Se passiamo, magari, la prossima Champions la faremo a brutto muso". Pronto a sostituirlo c'è Zielinski che Sarri ha già provato nel ruolo di Insigne.

La sconfitta contro la Juventus, nello scontro diretto al San Paolo, continua a portare strascichi negativi.

"Più lungo è il periodo di imbattibilità e più dolorosa è la sconfitta. Abbiamo sempre rimediato a momenti così e ce la faremo anche stavolta". "Dopo la partita non ho dormito, nemmeno la notte successiva, ma se poi vedo 10' di allenamento che mi piacciono il giorno dopo riprendo la sciabola". "Perdere con la Juve ci ha fatto molta rabbia - continua Sarri - ma adesso dobbiamo ripartire, la gara di domani ci dirà se siamo grandi perché solo i grandi cadono e si rialzano".

"Non ho detto niente a Guardiola". Con Guardiola mi scambio messaggi sul calcio in generale e lo offenderei se gli chiedessi di vincere. "Inseguono un record e giocheranno per vincere, se alla fine non vinceranno sarà per merito degli avversari, se alla fine lo Shakhtar farà più punti di noi gli faremo i complimenti".

Quanto ti sta mancando la possibilità di giocare col 4-2-3-1 negli ultimi 20 minuti? Milik ci poteva tornare molto utile anche in una gara come venerdì. A Ferrara con la SPAL ci venne talmente bene che pensavo di poterlo proporre dall'inizio.

Cosa sarebbe disposto a dare in caso di qualificazione? Però è proprio in questi casi che devono salire in cattedra i fuoriclasse tramite giocate imprevedibili e dribbling. "I miei ragazzi sono il gruppo che ha conquistato più punti nella storia del Napoli e domani, con un po' di fortuna, potremmo essere il primo gruppo a conquistare per due volte consecutive gli ottavi di finale di Champions League".

Altre Notizie