Mercoledì, 13 Dicembre, 2017

Juve: arrestato il capo del gruppo ultras Viking. L'accusa è tentato omicidio

Tifosi juventus EvidenzaSquadre di Serie AJuventus Olympiacos-Juventus scontri al di fuori dello stadio la situazione Di Redazione Cm24- 05/12/2017
Iona Trifiletti | 06 Dicembre, 2017, 17:39

I carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno arrestato il 44enne pregiudicato Loris Giuliano Grancini, ritenuto un leader del gruppo ultras "Vikings" della Juventus.

Deve scontare 13 anni e 11 mesi di carcere per un cumulo di pene in seguito ad una serie di reati tra cui un tentato omicidio. L'arresto è avvenuto nell'appartamento dell'uomo a Cernusco, alle porte di Milano.

Il 5 ottobre del 2006, Grancini, operaio 44enne e giocatore professionista di poker, con l'aiuto dell'amico Pasquale Romeo, già condannato a 9 anni in abbreviato, prova a uccidere a colpi di pistola Massimo Merafino. Il capo ultrà aveva anche ricevuto un Daspo della durata di 4 anni.

Altre Notizie