Mercoledì, 13 Dicembre, 2017

Ministero della Salute querela il Codacons per procurato allarme sui vaccini

Vaccini contaminati, sospette 13 morti di bambini: Codacons presenta esposto 13 bambini morti per i vaccini: per il Ministero è procurato allarme e per l'AIFA non c'è alcun nesso
Moreno Priola | 05 Dicembre, 2017, 13:03

L'accusa del Codacons è pesante, un macigno.

Il Ministero della Salute ha presentato una querela contro il Codacons, per procurato allarme. E anche dall'AIFA arriva una smentita riguardo ai dati contenuti nell'esposto.

Vaccini contaminati, sospette 13 morti di bambini: Codacons presenta esposto

Per questo nell'esposto il Codacons accusava il Ministero di "omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti". Mettiamo lo studio dei due scienziati (la ricercatrice del Cnr Antonietta M. Gatti e il farmacologo Stefano Montanari) a disposizione del ministero e ci attendiamo una pronuncia da parte degli esperti. Secondo il Codacons il loro studio "evidenzia una contaminazione da micro e nanoparticelle di acciaio inossidabile, acciaio inox ma anche di tungsteno e cloruro di calcio". Il Codacons con una seconda nota ha voluto precisare di non avere "nessun intento di procurare allarme tra la popolazione". Ma la tesi, come detto, è stata contestata in particolare dall'Agenzia Italiana del Farmaco "Non c'è nessuna relazione accertata fra i casi segnalati dal Codacons e le vaccinazioni", sottolinea l'AIFA dopo aver verificato i casi citati dall'Associazione riguardanti i 13 bambini morti.

Altre Notizie