Mercoledì, 13 Dicembre, 2017

Probabili formazioni Feyenoord-Napoli, sarà Zielinski a sostituire Insigne nel tridente partenopeo

Le parole di Maurizio Sarri nella conferenza stampa di presentazione di Feyenoord-Napoli Le parole di Maurizio Sarri nella conferenza stampa di presentazione di Feyenoord-Napoli
Iona Trifiletti | 08 Dicembre, 2017, 00:56

Nel corso della conferenza stampa post-gara di Feyenoord-Napoli a Maurizio Sarri viene chiesto se gli azzurri pagano il fatto che ci siano tanti giocatori con meno minutaggio rispetto ai titolarissimi. Dobbiamo onorare la competizione, non abbiamo una bacheca molto piena e quindi abbiamo il dovere di fare meglio.

Una sola (su nove) combinazione possibile di risultati: statisticamente non molte le speranze del Napoli, che stasera si gioca l'accesso agli ottavi di finale di Champions League, non essendo più padrone del proprio destino. "Ma come si fa a parlare di crisi perché abbiamo perso una partita?" Questa squadra ha conquistato 206 punti in 91 partite, con la media di 2.27 a partita. Mi sono pentito di averlo fatto negli ultimi minuti col City, abbiamo preso due contropiedi e due gol che hanno dato un'idea diversa dell'andamento della gara. Con Guardiola mi scambio messaggi sul calcio in generale e lo offenderei se gli chiedessi di vincere. Quest'anno ho la sensazione che la mia squadra si senta in prova in Champions, sono più determinati in campionato. La squadra ha smesso di giocare quando sapeva che non poteva più arrivare all'obiettivo e questo a mio avviso non deve succedere. Che il City voglia fare il record di punti fa parte della storia di Guardiola. Purtroppo la scansione del calendario un po', probabilmente, ci ha penalizzato. Questo mi ha fatto sentire in colpa come se avessi mandato all'umiliazione i miei ragazzi. "I ragazzi hanno dimostrato di potercela fare, ma abbiamo delle criticità tecniche che ci rendono una squadra normale". Le prime due notti non sono state semplici ma poi si riparte. ieri ancora c'era qualche scoria, oggi sono meno preoccupato.

"Non c'e' bisogno di tanta psicologia, voglio essere un allenatore forte". Gioco tanto e sono stanco? Fare l'83% di predominio territoriali contro la Juve non è da tutti: abbiamo perso ma li abbiamo messi ai paletti. Sappiamo che sarà una gara difficile, loro sono cresciuti e sono solidi in difesa.

In chiave tattica, Sarri punterà sul 4-3-3: "Il 4-2-3-1 l'abbiamo fatto bene quest'anno". Ma se poi vedo segnali positivi, se vedo i primi 10 minuti di allenamento fatti bene, io sono il primo a riprendere la sciabola e a combattere.

Altre Notizie