Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Prodi:Pisapia ha visto che non era cosa

Evandro Fare | 07 Dicembre, 2017, 15:55

Stare all'uscio non è mica bello: si da noia, si producono equivoci. Lo dice Romano Prodi a un incontro a Romariferendosi alla situazione del centrosinistra dopo gli sviluppidi ieri. "Aveva studiato il campo e poi ha concluso che non era cosa", comparando la situazione del leader di Cp con quella avvenuta tra lui e Matteo Renzi a giugno scorso, quando "la colla non ha funzionato". Lo ha detto Romano Prodi, intervistato questa mattina da Virman Cusenza, a 'Più libri Più Liberi' a Roma. "Il processo va avanti". Si tentera' di nuovo perche' e' un processo importante ed utile al Paese.

"Giuliano Pisapia ci ha provato, ha esplorato e non ha trovato o in se stesso o nel gruppo di riferimento le motivazioni sufficienti per andare avanti". "E questo mi dispiace", conclude. Il problema è che bisognerebbe ricominciare da capo. Un programma politico può anche essere di sei volumi... Quando io sono entrato in politica non è che abbia inventato gran che, però c'era un disegno molto preciso delle cose e dei contenuti da mettere insieme. È senso di realismo. Perché i tedeschi ci mettono sei mesi a fare il programma di governo? "Pensate non sappiano né leggere né scrivere?", conclude.

Altre Notizie