Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Rottamazione cartelle esattoriali: giovedì 7 dicembre ultimo giorno per mettersi in regola

Rottamazione bis cartelle 2017: per le nuove domande bisogna aspettare Rottamazione cartelle 2017, terza rata in scadenza: cosa succede a chi non paga?
Quartilla Lauricella | 07 Dicembre, 2017, 21:36

(Teleborsa) - Hai aderito alla Definizione agevolata, prevista dal decreto legge n. 193 del 2016, la cosiddetta rottamazione delle cartelle? La legge apre infatti a una sanatoria nella sanatoria che gioca a favore dell'Ater di Roma.

Per i carichi affidati all'agente della riscossione dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017 il pagamento potrà invece essere effettuato in unica soluzione con rata in scadenza nel mese di luglio 2018 o nel numero massimo di cinque rate, di pari importo, in scadenza nei mesi di luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019.

In alternativa il soggetto contribuente che intende aderire alla Rottamazione "Bis" può presentare il modello DA 2000/17 compilato in ogni sua parte presso gli Sportelli dell'Agenzia delle entrate-Riscossione. A meno che non abbiano esplicitamente rinunciato entro il 21 aprile 2017. Coloro che hanno una casella di posta elettronica certificata (pec), possono inviare la domanda, insieme alla copia del documento di identità, all'indirizzo pec della direzione regionale di riferimento dell'Agenzia delle entrate-Riscossione. La scadenza è per il 15 maggio 2018.

Sono già 50 mila le domande di adesione alla rottamazione bis delle cartelle esattoriali, il 20% in più rispetto a quelle presentate l'anno scorso all'Agenzia delle Entrate riscossione. Il mancato, insufficiente o tardivo pagamento, oltre il termine del 7 dicembre, fa perdere i benefici della "rottamazione" e l'Agenzia delle entrate-Riscossione dovrà, come previsto dalla legge, riprendere le procedure di riscossione. Per cartelle o avvisi indicati dal contribuente nel modello DA 2000/17, interessati da una rateizzazione in essere al 24 ottobre 2016, l'Agenzia dovrà inviare, entro il 30 giugno 2018, la comunicazione delle eventuali somme da pagare per regolarizzare le rate del 2016. Differente il caso dei carichi 2000-2016 per il quale l'Agenzia comunicherà le somme dovute entro settembre 2018.

Tutte le novità della rottamazione bis nel nuovo modello DA 2000/17. Fatta salva, naturalmente, la possibilità di versare il dovuto in un'unica soluzione ad ottobre 2018.

Si attende dunque la pubblicazione dei nuovi moduli, che dovrebbe avvenire, entro il 2 gennaio 2018, per dare la possibilità di aderire alla definizione agevolata anche ai contribuenti che precedentemente non avevano presentato la domanda.

Altre Notizie