Martedì, 11 Dicembre, 2018

Camorra, favori dal clan: condannato un ex sindaco nel Casertano

Camorra favori dal clan condannato un ex sindaco nel Casertano Camorra, favori dal clan: condannato un ex sindaco nel Casertano
Evandro Fare | 13 Gennaio, 2018, 21:46

Brancaccio, come confermato dalle indagini, avrebbe rilasciato permessi e concessioni edilizie in quantità industriali a ditte riconducibili direttamente - senza nemmeno celare i collegamenti alle famiglie criminali - al clan dei Casalesi e ai Mallardo di Giugliano. In fase di requisitoria il pm Landolfi aveva chiesto 12 anni per l'ex primo cittadino, accusato di aver ricevuto l'appoggio dei clan camorristici dei casalesi e dei Mallardo per poter essere eletto e per realizzare una serie di speculazioni edilizie nel comune casertano.

La speculazione violenta avrebbe causato l'enorme aumento della popolazione in zone abitative pronte a soddisfare le esigenze di un numero molto minore di cittadini. Per questi motivi fu arrestato il 13 giugno scorso. Brancaccio si trova attualmente in carcere.

Brancaccio nel 2014 era stato già arrestato insieme all'ex sindaco di Gricignano d'Aversa, Andrea Lettieri, nell'ambito dell'inchiesta sulla società di rifiuti Gmc. Brancaccio quando fu colpito dall'ultima ordinanza di custodia cautelare in carcere lo scorso anno, era tornato da poco in liberta' proprio per la vicenda della Gmc.

Altre Notizie