Martedì, 23 Ottobre, 2018

Ci sono 13.000 turisti bloccati a Zermatt per la neve

Ci sono 13.000 turisti bloccati a Zermatt per la neve Ci sono 13.000 turisti bloccati a Zermatt per la neve
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2018, 15:27

Nell'area del Sempione sono caduti due metri di neve in 24 ore: qui il pericolo valanghe è stato portato al massimo livello della scala.

Il villaggio di Zermatt non è minacciato dalle valanghe ma le piste da sci e le vie per gli escursionisti rimangono chiuse.

Lo ha detto all'ats Barbara Truffer, portavoce della compagnia Matterhorn Gotthard Bahn (MGB), smentendo quanto annunciato in precedenza dall'ufficio turistico di Zermatt via Twitter.

Gli oltre due metri di neve depositatisi negli ultimi due giorni hanno letteralmente bloccato ogni tipo di comunicazione che la città dei VIP, Zermatt, potesse avere con le aree limitrofe. La parte del cantone più interessata è quella Sud, in particolare l'Alto Vallese, dove diversi villaggi sono rimasti isolati nella valle di Saas, di Gondo, di Sempione Villaggio, di Zinal, di Arolla e altre frazioni delle valli di Anniviers, di Hérens e di Entremont sono nelle stesse condizioni. Intanto le precipitazioni continuano.

Identica la situazione in molte valli della zona: erano nove anni che il Canton Vallese non viveva simili complicazioni dovute al maltempo. Il grado 5 riferito al rischio di valanghe dovrebbe mantenersi probabilmente fino a mercoledì. La situazione non è tuttavia drammatica, ritiene Stoebener. Venti abitanti del villaggio di Eyholz, tra Visp e Briga, hanno dovuto lasciare le loro abitazioni in seguito a una colata di fango.

In alcune zone di pianura è invece stata ordinata l'evacuazione. Nella regione di Visp è caduta fino a 60 millimetri di pioggia in 24 ore "quantità eccezionali", secondo Stoebener.

Piove sino a 2000 m, per cui è lecito attendersi valanghe di neve bagnata in altitudine. Il rischio di colate di fango e di frane è aumentato e ha provocato la chiusura preventiva di numerose piccole strade.

Altre Notizie