Venerdì, 17 Agosto, 2018

Con il 2018 arrivano le detrazioni per i mezzi pubblici

Con il 2018 arrivano le detrazioni per i mezzi pubblici Con il 2018 arrivano le detrazioni per i mezzi pubblici
Quartilla Lauricella | 10 Gennaio, 2018, 14:16

Le modifiche apportate alla normativa rendono dunque necessario un approfondimento per comprendere al meglio le novità introdotte. Ecobonus singola unità: quando scende al 50% La detrazione è ridotta al 50% per le spese, sostenute dal 1º gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, relative a: - acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; - acquisto e posa in opera di schermature solari; - sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a biomassa e caldaie a condensazione con efficienza pari alla classe A di prodotto prevista dal Regolamento delegato (VE) N. 811/2013; - acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro. Vediamo nel dettaglio tutte le novità.

Grazie al nuovo incentivo inserito nella manovra 2018, si potranno ristrutturare balconi, cortili e giardini come anche l'acquisto di piante, impianti di irrigazione e le spese di manutenzione e progettazione avvalendosi della detrazione del 36% sull'Irpef.

Per le spese relative agli interventi su parti comuni di edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta una detrazione dell'80%, dove gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio inferiore, o dell'85% ove gli interventi determinino il passaggio a due classi di rischio inferiori.

I proprietari di terrazzi e giardini che procederanno alla sistemazione del verde, è previsto il "bonus verde". Diciamo subito che, nel caso del condominio, se l'assemblea condominiale delibera la sostituzione totale delle antenne private dei singoli condomini con una o più antenne di proprietà del condominio è possibile usufruire del bonus per le ristrutturazioni. Come per gli altri bonus casa, anche in questo caso sarà necessaria la tracciabilità dei pagamenti effettuati per usufruire della detrazione attraverso i bonifici "parlanti", gli stessi che vengono richiesti sia per il bonus edilizio che per quello energetico. Il bonus è in questo caso al 50%.

Secondo quanto previsto dal decreto sono esclusi dalla detrazione gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A. L'ammontare massimo della spesa non dovrà superare i 136mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari del condominio. Facendo un esempio, se si effettuano lavori di ristrutturazione delle aree verdi di un condominio con 10 unità abitative, si potranno spendere fino a 50mila euro, sempre considerando il limite di spesa di 5000 euro per singola unità.

Altre Notizie