Mercoledì, 17 Gennaio, 2018

Consip: il pm Roma chiede proroga indagini per il ministro Lotti

Quartilla Lauricella | 12 Gennaio, 2018, 20:55

Le indagini della procura di Roma su Luca Lotti in merito alla vicenda Consip si prolungano: il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Mario Palazzi hanno chiesto di poter prorogare gli accertamenti riguardanti Lotti di altri sei mesi. In particolare i magistrati hanno sollecitato la proroga delle indagini nei confronti del ministro dello Sport, Luca Lotti, accusato di favoreggiamento e violazione del segreto istruttorio.

Oltre a Lotti, figurano nell'elenco anche Tiziano Renzi, padre dell'ex premier e segretario Pd Matteo, il generale Tullio del Sette, l'imprenditore Alfredo Romeo, l'ex parlamentare Italo Bocchino, il generale Emanuele Saltalamacchia, Domenico Casalino, Francesco Licci, Silvio Gizzi, Filippo Vannoni, Carlo Russo e Luigi Ferrara.

Il capitolo politicamente più rilevante dell'inchiesta Consip non si chiuderà prima delle elezioni del 4 marzo. Si tratterebbe della seconda proroga alle indagini, iniziate con l'iscrizione da parte degli inquirenti romani nel registro degli indagati che risale alla vigilia di Natale 2016.

Iren Mercato stipulerà con Consip una convenzione della durata di 12 mesi con possibilità di proroga per ulteriori sei mesi e potrà accogliere gli ordinativi dalle pubbliche amministrazioni fino a esaurimento dei tetti massimi di energia previsti in ciascun lotto. Il gip si pronuncerà nei prossimi giorni. L'inchiesta fu avviata da Henry John Woodcock e Celeste Carrano, poi è stata trasferita per competenza a Roma.

Altre Notizie