Giovedi, 19 Luglio, 2018

Dakar 2018: le dichiarazioni degli uomini Peugeot

Dakar 2018: le dichiarazioni degli uomini Peugeot Dakar 2018: le dichiarazioni degli uomini Peugeot
Iona Trifiletti | 10 Gennaio, 2018, 20:27

Clamoroso ritiro alla Dakar auto: nel corso della quinta tappa ha dovuto abbandonare il francese Sebastien Loeb (Peugeot), fresco vincitore della frazione precedente. Una bellissima tappa tra una mare di dune, caratterizzata proprio da un arrivo sulla spiaggia, in omaggio alla Dakar che fu.

1° della tappa / 2° della classifica generale "La speciale era divertente, ma complicata, con lunghi tratti di dune e zone molto difficili da attraversare". Si partiva a gruppi di quattro auto: noi ci siamo posizionati una trentina di metri dietro la linea del via dove c'erano gli altri che, però, hanno faticato a scattare per via della sabbia soffice. Siamo riusciti a superare le insidie. L'obiettivo era stare davanti. Dovremo fare da apripista oggi.

Carlos Sainz è fiero del risultato ottenuto, nonostante tutte le disavventure capitate: "E' la prima volta che faccio una partenza appaiati in un rally-raid". La giornata è stata difficile. Poi abbiamo forato dopo essere tornati vicinissimi ai leader. "Il connazionale De Soultrait arriva secondo con 5'01" di distacco e sale quinto in generale mentre il cileno Quintanilla arriva quarto e perde qualcosa in classifica restando al secondo posto.

3° della tappa / 1° della classifica generale "Le partenze uno a fianco all'altro sono sempre molto spettacolari". E' più facile guidare in queste condizioni, con una buona pressione degli pneumatici e il motore prestazionale della 3008DKR Maxi. Abbiamo avuto un dubbio su un waypoint che ci ha fatto perdere alcuni secondi.

"Al traguardo il buggy del team francese Two Wheels Drive di Eugenio e del navigatore transalpino Seb Dealaunay è arrivato con un ritardo di 35'46" da Loeb ma a poco più di un minuto da Hirvonen che è riuscito a scalzare Amos dalla quarta piazza, risultato che a un certo punto pareva possibile. "Siamo in tre piloti Peugeot in testa alla classifica generale, è di buon auspicio per il prosieguo del rally".

Altre Notizie