Lunedi, 25 Giugno, 2018

Daniela Rosati racconta la conversione: religiosa, ma non ancora suora

Daniela Rosati racconta la conversione: religiosa, ma non ancora suora Daniela Rosati racconta la conversione: religiosa, ma non ancora suora
Calogero Calderone | 12 Gennaio, 2018, 15:48

Daniela Rosati, ex volto tv ed ex moglie di Adriano Galliani, ha raccontato in un'intervista al settimanale Spy la sua nuova vita da 'quasi suora'.

Daniela Rosati debutta nel mondo dello spettacolo nel 1994 col magazine Naturalmente bella in onda su rete Quattro.

"Sono diventata un'oblata, ovvero consacrata all'ordine di Santa Brigida, e mi sono trasferita in Svezia dove la Santa fondò il suo Ordine". Che Daniela si fosse avvicinata alla fede e a Gesù era cosa nota, ma il fatto che addirittura volesse prendere i voti ha lasciato tutti di stucco.

Nella vita privata è stata sposata con Claudio (di cui non ha mai rivelato il cognome) per due anni, successivamente è stata sposata con dal 1993 al 1999 con Adriano Galliani.

"Non sono una "vera" suora - chiarisce - Ma un giorno spero di entrare in convento e di vivere in adorazione perpetua".

"Ci ho messi parecchio tempo per capire che questa era la mia missione, anche se ho visioni da quando ero piccola". Oggi Daniela Rosati è una donna diversa, votata alla castità e pronta ad aiutare il prossimo.

Gli affetti, però, non sono stati trascurati: "I miei amici, la famiglia, gli affetti non ho smesso di frequentarli". La ex conduttrice Rai e Mediaset si è raccontata svelando retroscena inediti della sua nuova vita all'insegna della castità e della spiritualità. Ringrazia e non rimpiange nulla del suo passato in tv, ma si è resa conto che qualcosa ancora mancava alla sua vita: mancava Dio e per quello oggi vive e si "racconta" con coraggio davanti ad un pubblico e una società che pare averLo dimenticato già da molti anni. Se mi manca il lavoro? Per anni la giornalista è stata uno dei volti più conosciuti e amati di Mediaset, poi è improvvisamente scomparsa dal piccolo schermo. Lui mi ha sempre tenuta per mano, anche se sono una peccatrice.

Altre Notizie