Venerdì, 20 Luglio, 2018

Emergenza povertà Palermo, Biagio Conte: ''Ognuno deve fare la sua parte''

Biagio Conte protesta a Palermo per i senza casa Musumeci lo incontra Emergenza povertà Palermo, Biagio Conte: ''Ognuno deve fare la sua parte''
Evandro Fare | 12 Gennaio, 2018, 21:20

"Vivo un profondo disagio: non riesco a essere tranquillo, non dormo e non riesco nemmeno a mangiare, sapendo che ancora ad oggi tante persone vivono per strada". Lo scrive in una lettera aperta Biagio Conte, missionario laico fondatore della missione Speranza e Carità a Palermo che da ieri ha deciso di non dormire nei locali della struttura, ma di passare le notti per strada - sotto i portici delle Poste centrali in via Roma - in segno di solidarietà verso chi non ha un tetto.

"Non riesco ancora ad accettare l'idea che tanti ancora siano senza lavoro senza casa e devono morire per strada, voglio condividere questa vita con loro, stare insieme a loro, così è nata la Missione di Speranza e Carità e questo è il cammino che sento di portare avanti - ha detto loro Biagio Conte -". Ognuno si è chiesto dove fosse - raccontano -. Anche lui per strada "per solidarizzare con chi è morto per il freddo e con chi dorme ancora per terra". Forse Dio ha voluto che ci vedessimo qui, dopo l'esperienza della morte che ha visto con i suoi occhi a capodanno sotto i portici. E' urgente aiutare chi non ha la casa, il lavoro. "Dobbiamo rimettere al centro il lavoro e la dignità della persona e chiedere alle istituzioni di intervenire con il sostegno necessario". "Chi non si dona e non aiuta contribuisce all'impoverimento della nostra società, è urgentissimo rispondere ai bisogni della gente".

Altre Notizie