Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Influenza:in fine settimana 1817 accessi

Influenza oltre 1800 al pronto soccorso. Assalto in guardia medica per i certificati Influenza:in fine settimana 1817 accessi
Moreno Priola | 10 Gennaio, 2018, 22:13

Un lavoro che, secondo l'assessore, ha permesso di far fronte all'aumento dei casi di influenza, in una regione che risulta tra le più colpite dal virus in Italia. "E' prevedibile che la situazione, con l'arrivo del picco della sindrome influenzale, possa ulteriormente peggiorare e diventare una vera e propria emergenza sanitaria".

C'è poi un vasto numero di falsi allarmi, persone con sintomi simil-influenzali che in realtà hanno solo preso freddo o contratto una normale gastroenterite: i ricoveri sono stati 341, pari ad appena il 17% degli accessi: motivo di allarme per gli Ospedali che, pur disponendo di qualche letto in più come pianificato per il periodo, rinnovano l'appello a recarsi in pronto soccorso solo quando strettamente necessario. Inoltre, grazie alla collaborazione con i Medici di medicina generale, anche durante il prossimo fine settimana rimarrà aperto l'ambulatorio a bassa intensità (dedicato alla visita dei pazienti classificati con codici bianchi) presso il Pronto soccorso del San Martino. Si sta valutando la possibilità, conferma Viale, di aprirne uno anche al Villa Scassi. Al momento sono 12 i bambini ricoverati in reparto. "Non abbiamo visto grandissimi numeri i vicentini sanno trattare a casa il virus dell'influenza - spiega il dottor Francesco Corà, direttore del centro prima accoglienza dell'ospedale cittadino - rari i casi impegnativi ma non gravi come qualche paziente anziano che può soffrire di disidratazione o di insufficienza respiratoria". "È una risposta che l'ospedale garantisce nella sua complessità". Nel frattempo il picco massimo sembra passato, per il sollievo delle strutture medico-sanitarie e anche dei medici di famiglia, che hanno contribuito a gestire i circa 8.800 casi di influenza stimati in provincia di Modena.

La situazione del Pronto soccorso dell'ospedale "Pugliese" è sempre gravissima e l'ordinanza emanata in agosto dal sindaco Sergio Abramo allo scopo di superare l'emergenza è rimasta sostanzialmente inapplicata.

Altre Notizie