Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Invalidità. Perché le pensioni di gennaio e febbraio 2018 saranno più basse

Invalidità. Perché le pensioni di gennaio e febbraio 2018 saranno più basse Invalidità. Perché le pensioni di gennaio e febbraio 2018 saranno più basse
Quartilla Lauricella | 10 Gennaio, 2018, 22:21

Tuttavia, nel mese di gennaio (e in alcuni casi anche di febbraio) si troverà anche una trattenuta che va ad abbassare la cifra, indicata dalla formula: "differenza non imponibile prq 2015". I dettagli in questo articolo.

Due le novità di una certa importanza che riguardano le pensioni di invalidità 2018.

Ai pensionati che non superano queste soglie di reddito per anno fiscale, spetterebbe la pensione integrata al trattamento minimo in misura piena, cioè 506,42 euro. In merito, è possibile reperire maggiori informazioni anche da parte dell'Inps nelle ultime circolari pubblicate nel sito ufficiale dell'Ente Previdenziale.

La trattenuta INPS sulle pensioni di invalidità non ha un valore eccessivamente alto, si parla di qualche euro: circe sei euro per 'esattezza. Il limite di reddito per il diritto all'assegno mensile degli invalidi parziali e delle indennità di frequenza è quello stabilito per la pensione sociale. A gennaio il pagamento è avvenuto il 3 del mese sia per Poste italiane che per gli istituti di credito.

Tale trattenuta, potrebbe essere già stata applicata nel mese di Gennaio 2018.

La trattenuta appena citata sulle prossime pensioni di invalidità e di accompagnamento, deriva dal conguaglio negativo di perequazione del 2015. Detto in parole povere, si tratta del differenziale tra il tasso provvisorio che inizialmente fu determinato nello 0,3%, e quello effettivo dello 0,2%. Con la Legge di Stabilità dello scorso anno, ne era stato deciso un rinvio alla data utile del 01 gennaio 2018. Nella circolare Inps numero 186 del 21 dicembre 2017 e al punto 5, le modalità di recupero per il conguaglio del 2015 sulle pensioni. Sono due le opzioni applicabili: la prima è un'unica trattenuta applicabile sulla pensione di gennaio 2018 (importi non superiori ai sei euro totali) mentre la seconda comprende due rate (gennaio e febbraio 2018) per somme sopra i 6 euro. Su questi 6.500 Euro viene calcolata una trattenuta dallo 0,1%, ovvero 6,50 euro trattenuti nei mesi di gennaio e febbraio. Nella sezione dell'assicurato pensionato e ai servizi online del pensionato, infatti, sono attive le procedure di gestione delle pensioni e la consultazione conguagli per perequazione 2015 sospesi.

Altre Notizie