Martedì, 22 Mag, 2018

La scienza ufficializza: l'alcol provoca il cancro

Alcol e cancro Alcol e cancro
Moreno Priola | 09 Gennaio, 2018, 14:45

In primo luogo, si serve di un gruppo di enzimi noti come aldeide deidrogenasi o ALDH, che hanno il compito di abbattere l'acetaldeide trasformandola in "acetato" ovvero una sostanza perfettamente spendibile come fonte di energia dalle cellule.

Ketan Patel, professore del Laboratorio di Biologia Molecolare del Consiglio di Ricerca Medica e co-direttore dello studio, ha spiegato che il corpo umano tenta di proteggersi autonomamente dai danni dell'alcol con diversi meccanismi. Ciò su cui rimane da indagare sono le modalità con cui l'etanolo e il suo metabolita acetaldeide determina un'alterazione nel ciclo riproduttivo cellulare, dando così avvio al processo di formazione di una massa tumorale. Secondo i ricercatori della Society for the Study of Addiction sarebbero sette le tipologie di cancro provocate dall'alcol; il team del laboratorio britannico, con la prossima indagine, vuol capire perché questa sostanza sviluppa certe neoplasie e altre no. I dettagli dello studio, che giunge dopo la conferma che l'industria dell'alcol prova a distorcere e omettere le informazioni che legano l'alcol al cancro, sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Nature.

L'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc) ha addirittura catalogato l'acetaldeide come un cancerogeno di tipo 1. Deleterio il suo effetto sulle cellule staminali del sangue, chiamate a dare origine a tutte le cellule adulte presenti nel torrente circolatorio: globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, cellule dendritiche e linfociti. Una variazione che tende a ripresentarsi a tutte le generazioni successive di cellule che da esse hanno origine. L'acetaldeide sarebbe responsabile della rottura e del riarrangiamento di porzioni di Dna all'interno di queste cellule. C'è poi da considerare che, a livello epatico, il consumo di alcolici contribuisce a determinare la cirrosi, condizione che potrebbe facilitare lo sviluppo del tumore al fegato. L'organismo ha un sistema di riparazione endogeno per rimediare ai danni provocati al DNA, ma in alcuni individui può però non risultare sempre funzionante, per questo si riscontrano diverse reazioni, psecie se si inizia a bere in giovane età. Il danno a livello del Dna può per esempio essere provocato anche da alcune molecole molto reattive - le specie reattive dell'ossigeno (Ros) - la cui sintesi endogena è favorita dal consumo di bevande alcoliche. L'alcol può inoltre aumentare i livelli di alcuni ormoni, come gli estrogeni: ad alte concentrazioni considerati responsabili dell'aumento del rischio di ammalarsi di cancro al seno e all'ovaio.

Altre Notizie