Giovedi, 21 Giugno, 2018

Materazzi: "Inter, sono fiducioso. VAR? Ci ho avuto a che fare anch'io"

Materazzi Spalletti tecnico giusto ma l'Inter non è al livello delle prime | Sport e Vai Materazzi: "Inter, sono fiducioso. VAR? Ci ho avuto a che fare anch'io"
Iona Trifiletti | 29 Gennaio, 2018, 13:44

È stata bravissima l'Inter a restare attaccata per un po' ma ci sta che vengano fuori la qualità, la rosa lunga, sono le caratteristiche hanno permesso alla Juve di vincere sei scudetti di fila. Se non ci fosse stato quell'episodio si ricorderebbero ancora di più di quello che ho fatto per la mia nazione.

"L'ho capito quando a tre anni andavo in giro con due palloni sotto braccio: un Super Tele e un pallone di cuoio". Ci vuole tanta fortuna ma anche tanta volontà, passione, abnegazione. Il Napoli è la squadra che mi piace di più ma che deve giocare bene per vincere mentre la Juve ha la consapevolezza di andare in campo sapendo ma che in qualche modo poi vince. L'ex difensore nerazzurro, nonostante le difficoltà che sta attraversando la squadra, crede che un posto in Champions sia un obiettivo alla portata: "Io sono fiducioso visti anche i risultati delle altre". Cercano in lui un leader. I giocatori sono quelli che entrano in campo e giocano. Volendo, anche prendere la cosa con le dovute cautele.

"Perché per ogni vendita e acquisto c'è un'offerta ed una richiesta". Tutto qui. Purtroppo bisogna prendere coscienza di questo. Nella mia niente. Alla fine tutti ricordano quello, ma non ricordano forse i due gol che ho fatto in finale. "Credo. Quella era la cosa importante". "Si rischia di cancellare una carriera e non ho bisogno di questo al momento". Il più brutto il 5 maggio (la partita Lazio-Inter del 2002: risultato 4-2 per la Lazio, che diede la vittoria dello scudetto alla Juventus, appunto). Due invece i ricordi più belli: "Il più bello la Champions del triplete e il mondiale con la nazionale... tra i due non so scegliere, è come dire: vuoi più bene a papà o mamma?"

Altre Notizie