Sabato, 17 Novembre, 2018

Meraviglie ad Assisi. Il programma di Alberto Angela alle 21.25 su Rai1

Rai Alberto Angela l'uomo da 6 milioni di telespettatori Meraviglie ad Assisi. Il programma di Alberto Angela alle 21.25 su Rai1
Calogero Calderone | 10 Gennaio, 2018, 21:13

Ma si sa, il conduttore e divulgatore scientifico, amatissimo dai telespettatori - al pari, o forse anche di più, del padre Piero - è una garanzia: il suo nuovo programma, poi, porta alla scoperta dei siti più belli del nostro Paese.

Si parte dalla Reggia di Caserta, la splendida residenza reale dei Borbone. Alcune foto hanno documentato come, per addobbare di fiori la lunga scalinata, inservienti siano saliti su monumenti di grande valore architettonico rischiando di rovinarli. Alberto Angela mostrerà ai telespettatori di Rai 1 le magnifiche sale e i giardini della Reggia, definiti veri capolavori dell'arte e dell'ingegneria. Alberto Angela spiega come l'acquedotto locale faceva arrivare l'acqua necessaria al palazzo ed ai giardini da 38 km di distanza.

La seconda tappa del viaggio tra le meraviglie italiane sono le Langhe piemontesi, note per il paesaggio e per la produzione di Barolo, Barbaresco e Barbera, designate dall'Unesco patrimonio dell'umanità proprio come "esempio eccezionale di integrazione dell'uomo con il suo ambiente naturale".

Toni Servillo sarà il testimonial della Reggia di Caserta nella seconda puntata di Meraviglie - La penisola dei tesori, programma in onda su Rai 1 e condotto da Alberto Angela. Parlando della sua esperienza personale, l'attore celebre soprattutto per aver recitato in molti film diretti dal premio Oscar Paolo Sorrentino racconterà le emozioni che ha provato da bambino quando, per la prima volta, visitò la Reggia di Caserta. Tra il Castello di Grinzane Cavour e la tenuta di Fontanafredda vedremo lo stretto legame tra questo territorio e le vicende del Risorgimento italiano. Le atmosfere poetiche delle Langhe hanno da sempre alimentato le canzoni di Paolo Conte che ci farà rivivere la sua infanzia trascorsa tra i campi e i vigneti.

Si arriverà infine ad Assisi, la città umbra, culla della lingua italiana e dell'arte italiana, se è vero che il Cantico delle creature, composto da Francesco d'Assisi negli ultimi due anni della vita tra il 1225 e il 1226, è considerato il primo testo letterario in volgare italiano. È per me il risultato più bello e importante. L'attrice diventata un'artista a livello internazionale svelerà quanto ha significato per lei e per la sua carriera avere origini umbre.

La seconda puntata inoltre ospiterà Vincenza Lomonaco, Ambasciatore d'Italia presso l'UNESCO, per raccontare l'importanza di proteggere il patrimonio culturale.

Altre Notizie