Sabato, 20 Gennaio, 2018

Michele Santoro di nuovo su Rai Tre dopo 22 anni

Il caso del figlio di Elena Santarelli interviene Caterina Balivo Michele Santoro, Rai
Calogero Calderone | 09 Gennaio, 2018, 18:27

"Non mi piacciono i politici che dicono quello che la gente vuole sentirsi dire". Un uomo di sinistra come Eugenio Scalfari, interrogato su chi voterebbe tra Berlusconi e Di Maio ha risposto il primo, Santoro invece risponde:"Chi sceglierei tra Berlusconi e Di Maio?" Perché devo mettermi di fronte a questa alternativa? Così sono partiti gli inviti ai leader politici e, per l'ultima puntata dedicata all'evasione fiscale, è arrivata la disponibilità di Matteo Renzi, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, che ora devono decidere se dare il consenso ad essere ospitati con pari tempo senza obbligo di confronto.

L'attacco della sigla del programma è "The Wall" dei Pink Floyd.

A maggio Santoro ritornerà poi sulla stessa rete con altri quattro appuntamenti dedicati al Caso Moro: "Ma qui metteremo al centro la narrazione - spiega - con elementi di pura fiction, con attori, così come abbiamo già fatto per la puntata su Hitler lo scorso anno". L'11 gennaio è ospite in studio un finanziere italiano, Bivona, che vive a Londra e ha intrapreso una battaglia di trasparenza sul sistema bancario italiano: si parte con la vicenda Montepaschi e i misteri sulla morte del manager David Rossi. Tra i primi ospiti ci sarà lo scrittore partenopeo Saviano, che proporrà un monologo in ogni puntata, e il comico Andrea Rivera, che farà "un'incursione indisciplinata". Cambio della guardia per la giornalista che affiancherà Santoro in questo nuovo percorso: al posto di Giulia Innocenzi ci sarà Sara Rosati, laureata in giurisprudenza e, da come si può leggere dal sito del programma, "vegetariana e anticlericale". "Rai3 è sempre stata la mia casa, dove iniziai con Guglielmi". "Faccio quello che i tg non fanno, quello che il flusso non suggerisce". Oggi, nelle trasmissioni politiche, ci troviamo nel kamasutra delle posizioni, mentre io scelgo il tema monografico rispetto alla tv attuale che è fatta a pezzetti.

Altre Notizie